Anziano finge il furto del fucile per coprire il nipote: arrestato un ragazzo di 18 anni

Il 18enne aveva acquistato il fucile rubato dal nipote dell'anziano. Il fatto

Immagine repertorio

Un fucile rubato, una finta denuncia e un ragazzo di 18 anni in manette, oltre a un'intera famiglia denunciata. È l'epilogo di un'intricata vicenda iniziata a Merate e che si è conclusa a Vimercate con l'arresto di un ragazzo da poco maggiorenne. 

Tutto è iniziato nella mattinata di mercoledì 29 agosto quando i carabinieri di Merate sono intervenuti in un'abitazione per la denuncia di un furto di fucile. Un anziano, nello specifico, aveva raccontato di essere stato derubato del proprio fucile un Benelli calibro 12. I militari hanno subito dubitato dell'anziano e messo alle strette ha ammesso di avere inscenato il tutto, con l’aiuto del genero, volendo nascondere il nipote che risultava essere il vero responsabile. Durante una prima perquisizione tra le cose del giovane sono stati trovati circa 13 grammi di marjuana, suddivisa in più confezioni e dosi. Subito dopo i militari hanno identificato il presunto proprietario del fucile a cui era stato rivenduto subito dopo il furto.

Nei guai un 18enne di Vimercate: a casa sua è stato trovato il Benelli calibro 12, marca Benelli, rubato all’anziano di Merate. Lui ha ammesso le sue responsabilità, confermando l’ipotesi investigativa dei militari di Merate: il giovane aveva acquistato l’arma dal parente del legittimo proprietario.

Di conseguenza, il 18enne è stato tratto in arresto per i reati di detenzione illegale di arma e ricettazione e, nella mattinata di giovedì 30 agosto, è stato giudicato per direttissima dal tribunale di Monza; il giudice ha convalidato l'arresto e disposto la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria. L'udienza è stata fissata per il 25 ottobre 2018.

Inoltre, a conclusione degli accertamenti, sono stati denunciati in stato di libertà i tre componenti del nucleo familiare meratese: il nipote per il furto dell’arma e la detenzione ai fini di spaccio dello stupefacente, mentre gli altri due per la simulazione del furto con scasso del fucile, di fatto mai avvenuto.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento