Paura nel magazzino Mediaset, fuoriuscita di argon dal sistema antincendio: otto intossicati

L'allarme è scattato alle 11.50. Sembra che gli otto siano stati intossicati dall'argon

Mediaset a Cologno

Bruciore agli occhi, fastidio alla gola e la corsa verso l'esterno. Attimi di paura venerdì mattina nei magazzini "Toc" Mediaset di via Marconi a Segrate, dove - stando alle primissime informazioni raccolte - otto persone sono rimaste intossicate a causa di una fuga di gas. 

L'allarme è scattato alle 11.50, quando la centrale operativa dei vigili del fuoco di Milano ha ricevuto una richiesta d'intervento dalla squadra interna degli uffici di Segrate per un forte odore di gas nella struttura. Poco dopo, però, è arrivato il "contrordine" perché i pompieri erano riusciti a individuare l'origine della "perdita" e la situazione era tornata sotto controllo. 

Secondo quanto riferito dai soccorritori del 118, intervenuti sul posto con un'ambulanza e un'auto medica, otto persone sono rimaste lievemente intossicate e sono state visitate sul posto, anche se fortunatamente nessuno di loro è in condizioni gravi. 

La fuga di gas dovrebbe essersi originata dal sistema antincendio dei magazzini Mediaset. L'allarme, non è ancora chiaro perché, si sarebbe attivato rilasciando argon nell'aria che si è poi diffuso nella struttura, dove - spiega la stessa Mediaset - è conservato "tutto ciò che è andato in onda sulle nostre reti dagli anni Settanta a oggi"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Decathlon, a febbraio si abbassano le serrande del negozio di Vignate

  • Scende dall'auto per togliere il telo sul parabrezza ma resta incastrata con la testa nella portiera: soccorsa donna

  • Dramma a Brugherio, trovati senza vita in casa un uomo e una donna

  • Valassina, lavori di manutenzione nel tunnel di Monza: le chiusure tra il 16 e il 20 dicembre

  • Malore fatale, muore a 65 anni il fotografo brianzolo Attilio Pozzi

  • Coppia trovata senza vita in casa a Brugherio: si sospetta overdose

Torna su
MonzaToday è in caricamento