Attentato a Dacca, la salma di Cappelli rientra in Brianza: lutto cittadino a Barzanò

L'imprenditore 45enne di Vedano al Lambro titolare di un'impresa tessile a Concorezzo è morto nell'attentato in Bangladesh

Le salme delle vittime italiane della strage di Dacca stanno per rientrare in Italia. Sull'aereo che riporterà a casa i corpi senza vita delle nove persone che sono state uccise nell'attentato in Bangladesh c'è anche la salma di Claudio Cappelli, l'imprenditore brianzolo di 47 anni nato a Vedano al Lambro e residente a Barzanò, nel lecchese.

L'uomo, titolare di un'impresa tessile a Concorezzo, si trovava nel Paese per affari e lascia una moglie e una bambina di sei anni. In Italia d accogliere le salme ci sarà il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. A Barzanò, dove risiedeva Cappelli insieme alla famiglia, è stato proclamato il lutto cittadino per il giorno delle esequie - ad ora - non noto. "Il Sindaco Giancarlo Aldeghi e l'Amministrazione Comunale, a nome della comunità barzanese, esprimono sincero cordoglio per la morte del concittadino Claudio Cappelli, vittima dell'attentato terroristico di Dacca e si uniscono al dolore delle famiglie" hanno reso noto dal municipio.

Per la scomparsa di Caludio Cappelli ci sono state manifestazioni di cordoglio da più parti anche in Brianza dove l'uomo era nato e aveva vissuto fino al momento del matrimonio e al trasferimento a Barzanò.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La carneficina di Dacca manda un nuovo, inequivocabile, segnale alla comunita' internazionale. Non possiamo piu' limitarci all'indignazione e al rammarico, ma dobbiamo passare all'azione concreta per estirpare una volta per tutte il fanatismo dell'Isis e dei suoi aderenti", ha commentato il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni martedì mattina augurandosi che "le commemorazioni di oggi siano le ultime, e che da domani si possa lavorare tutti insieme per un mondo piu' sicuro, in cui la paura e il terrore non abbiano piu' posto". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Nasce il Marketplace di Seregno, la risposta dei negozianti seregnesi alle vendite online

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento