Cronaca

Presi i "bancomattari" del Pilastro, la banda da 73 furti e 3 milioni e mezzo di euro in 2 anni

In manette 10 persone. I capi a Bologna, città storicamente specializzata in assalti ad Atm

Puntavano, colpivano e fuggivano. Quasi sempre col bottino. Ma questa volta la fuga è fallita. All'alba di giovedì, i carabinieri del comando provinciale di Milano hanno arrestato 10 persone accusate, a vario titolo, di "associazione per delinquere finalizzata alla commissione di un numero indeterminato di furti di denaro contante presso gli sportelli Atm di istituti di credito su tutto il territorio nazionale mediante assalto con miscela esplosiva, riciclaggio ed altro".

I 10 sono ritenuti parte di una banda specializzata in assalti ai bancomat: in poco più di 2 anni, tra febbraio 2017 e aprile 2019, i "bancomattari" avrebbero messo a segno 73 colpi tra Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Lazio con un bottino che supera i 3 milioni e mezzo di euro. 

I due capi sono stati fermati nel quartiere “Pilastro” di Bologna, una zona della città emiliana dalla quale storicamente arrivano i rapinatori di bancomat più esperti e preparati, che proprio lì sono stati ribattezzati "bancomattari". Un altro dei capi del gruppo è stato invece arrestato a Benidorm, nota località balneare della Costa Blanca, dove si era trasferito da circa un anno aprendo un ristorante di cucina italiana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presi i "bancomattari" del Pilastro, la banda da 73 furti e 3 milioni e mezzo di euro in 2 anni

MonzaToday è in caricamento