menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Minervino di Lecce: l'uomo pensava di essersi "nascosto" bene

Minervino di Lecce: l'uomo pensava di essersi "nascosto" bene

Rapinatore seriale in Brianza arrestato nel Salento

L'uomo, originario della provincia di Lecce, era tornato nel suo paese dopo una serie di nove rapine commesse in ottobre e novembre 2011 tra Desio, Paderno, Varedo, Nova e Cusano. Ora è nel carcere di Lecce

I carabinieri del nucleo radiomobile di Maglie (Lecce), insieme a quelli di Desio, hanno arrestato ieri R.L., 45enne residente a Paderno Dugnano ma originario di Minervino di Lecce.

L'uomo è accusato di avere compiuto almeno nove rapine tra Desio, Cusano Milanino, Paderno Dugnano, Nova Milanese e Varedo, nel giro di due mesi, tra settembre e ottobre 2011. Poi aveva deciso di rifugiarsi nel paese d'origine per cercare di non essere rintracciato. Ma le indagini dei militari hanno consentito di individuarlo e, quindi, arrestarlo in un appartamento di Minervino. E' ora in cella nel carcere di Lecce.

La prima rapina è stata compiuta il 6 settembre 2011 a Varedo. R.L., in compagnia di un complice, si è spacciato per carabiniere e ha intimato sotto minaccia di un'arma a una coppietta di abbandonare la propria auto (una Toyota Yaris) dopo avere sottratto circa 170 euro in contanti e i cellulari.

Poi, come detto, ha messo a segno altre 8 rapine fino al 9 ottobre 2011. A condurre le indagini i militari di Desio, che sono riusciti a recuperare anche alcuni dei cellulari sottratti alle vittime (evidentemente rivenduti) e, incrociando le celle d'aggancio, a identificare l'uomo: che, nel frattempo, forse rendendosi conto di aver commesso qualche errore di troppo, ha pensato di passare più inosservato tornando a Minervino di Lecce. Ma inutilmente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

L'Iss elenca uno a uno tutti gli errori della Lombardia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento