Cronaca Sant'Albino / Via Augusto Murri

Raffica di furti a Sant'Albino. Preso di mira il centro natatorio

Nelle ultime settimane l'impianto sportivo comunale in via Murri ha subito tre incursioni notturne consecutive, sei dalla scorsa estate. Lancia l'allarme sicurezza il gestore delle tre piscine coperte che chiede più controlli in tutta la zona.

MONZARaffica di furti alle piscine di Sant’Albino. Sembra essere stato preso di mira il centro natatorio intitolato a Pia Grande, l’impianto sportivo comunale in via Murri, dato in concessione dalla scorsa estate alla società Sport Management e che, da allora, ha già subito sei visite di ladri. Con una preoccupante escalation di razzie nelle ultime settimane, come se ci sia una banda che ben conosce l’organizzazione dell’impianto e non si fa problemi a tornare in tempi ravvicinati a commettere nuovi furti.

A metà della scorsa settimana, c’è stata la terza incursione nell’arco di una decina di giorni e sia il gestore del bar interno, sia il direttore dalla Sport Management non ce la fanno più. Chiedono interventi per aumentare la sicurezza della struttura, ma soprattutto chiedono più controlli perché l’intera zona dove sorge il centro natatorio è abbandonata a sé stessa e i parcheggi attorno alle piscine, di notte, sono luoghi dove succede di tutto.

L’impianto è talmente grande, con decine di possibili accessi, che i ladri trovano sempre un punto debole dove entrare e finora, nonostante siano stati spesi circa 30 mila euro per installare un circuito di telecamere, mettere un allarme perimetrale e aumentare l’illuminazione esterna, nulla è stato sufficiente per fermare le incursioni notturne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffica di furti a Sant'Albino. Preso di mira il centro natatorio

MonzaToday è in caricamento