Ladri di Smart in Brianza: rubavano e smontavano mini-auto per rivenderne i pezzi

Nei guai due brianzoli

Immagine di repertorio

E’ stato condannato a cinque anni un mese e sedici giorni un uomo di 43 anni, di Giussano. Il brianzolo nell’ottobre dell’anno scorso era stato arrestato insieme a un complice di 38 anni, di Desio. I due avevano smantellato una Smart, impossessandosi del motore e dei pezzi di ricambio, bruciandone poi la carcassa.

I carabinieri di Seregno hanno scoperto che i due avevano dato vita a una fiorente attività di furto di Smart. Dopo aver rubato le celebri mini-auto, le smontavano e poi rivendevano i pezzi di ricambio: plance, autoradio, sedili, vetri, portiere che alla casamadre costavano molto di più, venivano ricettati a prezzi di favore.

A incastrare i due sono stati i fotogrammi di alcune telecamere a circuito chiuso installate di fronte al garage dove avevano smontato la Smart. In particolare è stato documentato il momento in cui hanno dato alle fiamme l’auto e le strisce lasciate sull’asfalto nel corso dello spostamento della carcassa dell’auto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Zona rossa, ecco l'elenco delle attività e dei negozi aperti e quelli chiusi in Lombardia

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

Torna su
MonzaToday è in caricamento