Fanno saltare il bancomat a Cologno, quattro uomini arrestati dai carabinieri mentre fuggono con 60mila euro

In manette un 43enne di Cologno Monzese, un 54enne di Sesto San Giovanni e due foggiani. Il colpo alla Ubi Banca di viale Lombardia nella notte tra venerdì e sabato

Un colpo probabilmente pianificato nel dettaglio ad assistere al quale, all'insaputa degli autori, c'erano anche i carabinieri. E così quattro malviventi, due uomini di quarantatrè e cinquantaquattro anni di Cologno Monzese e Sesto San Giovanni, insieme a due complici originari del Foggiano, nella notte tra venerdì e sabato sono finiti in manette, arrestati dai carabinieri della compagnia di Vimercate appena dopo aver fatto esplodere un bancomat a Cologno Monzese.

I militari infatti da qualche tempo stavano monitrando i movimenti di un pregiudicato 43enne di Cologno Monzese con precedenti penali legati allo spaccio di droga. Mentre gli uomini dell'Arma, guidati dal capitano Antonio Stanizzi, erano impegnati in un pedinamento a Cologno Monzese hanno assistito a strani movimenti sospetti. L'uomo infatti, in un piazzale di via Perugino, nel comune milanese, ha incontrato un 36enne e un 43enne foggiani, giunti sul luogo a bordo di un camper riconducibile a un altro pluripregiudicato anch’egli foggiano.

Insospettiti dalla curiosa circostanza che a quell'ora, di notte, aveva riunito i tre, i carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Vimercate hanno chiesto rinforzi. Intanto la banda, che si era spostata in direzione di viale Lombardia era passata all'azione, ignara che i militari li avessero intercettati. 

Video | La banca devastata dall'esplosione 

esplosione-3-2

Qualche istante più tardi infatti un forte boato ha attirato l'attenzione dei carabinieri che hanno localizzato l'obiettivo della banda che aveva appena fatto saltare con un ordigno rudimentale e dell'esplosivo lo sportello bancomat della Ubi Banca. Dopo il colpo i malviventi sono fuggiti via a bordo di due auto, una delle quali risultata rubata a MIlano.

La fuga è durata poco e, in via Perugino, i militari sono riusciti a bloccare il 43enne insieme al complice di Sesto San Giovanni. I due foggiani invece sono stati scoperti mentre tentavano di nascondersi a bordo del camper, nel quale sono state recuperate tre borse al cui interno erano stati nascosti circa 60mila euro rubati poco prima dal bancomat fatto esplodere, delle radio ricetrasmittenti, un altro ordigno rudimentale e centocinquanta chiodi “azzoppamuli”, probablmente da utilizzare nel caso in cui ci fossero stati inseguimenti con le forze dell'ordine. I carabinieri invece li hanno colti alla sprovvista, sorprendendo i malviventi prorpio mentre credevano di aver messo a segno il colpo e di poter dividere il bottino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I quattro sono stati arrestati e condotti in carcere, a Monza, con l'accusa di furto aggravato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Cinisello Balsamo, bimba di 4 anni investita da auto: soccorsa e portata al San Gerardo

  • Visite e tamponi post covid gratis in Lombardia: a Monza un solo nuovo caso

  • Auto rubate smontate in pausa pranzo e rivendute in un demolitore di Monza: 10 arresti

  • Aggredita insieme al suo volpino da due pitbull lasciati liberi: portata via in codice giallo

  • La cocaina in macelleria a Monza e il giro d'affari da 20mila euro a settimana: 12 arresti

  • Mascherine obbligatorie in Lombardia fino al 14 luglio: "Fa caldo, ma la indosso anche io"

Torna su
MonzaToday è in caricamento