Rubano un furgone e tolgono le insegne della società in strada: bloccati dai carabinieri

I militari della compagnia di Vimercate hanno sorpreso due pregiudicati nomadi a "ripulire" la carrozzeria di un mezzo rubato poco prima. In manette sono finiti un 49enne e un ragazzo di 30 anni, entrambi con precedenti

A Trezzo sull'Adda

Li hanno sorpresi in strada mentre si stavano dando un gran da fare per rimuovere da un furgone rubato qualche ora prima le insegne della società intestataria.

E' così che due uomini nomadi residenti a Milano sono stati fermati e arrestati dai carabinieri della compagnia di Vimercate venerdì mattina a Trezzo sull'Adda. 

I due, 49 e 30 anni, entrambi con precedenti alle spalle, intorno alle 13 sono stati visti dai militari durante un giro di controllo, in viale Lombardia, mentre da un furgone Ford Transit stavano asportando dalla carrozzerie le insegne "Azzurro Fly Park Srl". Per il più grande dei due malviventi sono scattate subito le manette mentre il 30enne è stato arrestato poco dopo, al termine di un inseguimento finito a Bellusco.

Quando il ragazzo ha visto gli uomini in divisa infatti è salito a bordo della Seat Ibiza con targa contraffatta, intestata alla convivente, e ha premuto sull'acceleratore. Immediatamente è scattato l'inseguimento finito soltanto a ridosso di un fossato a Bellusco, dove l'auto del fuggitivo si è trovata senza vie di uscita. In un ultimo, disperato, tentativo di scampare alla cattura il malvivente ha proseguito a piedi tra i campi circostanti ma è stato raggiunto e arrestato.

Nel mezzo sono stati recuperati vari arnesi da scasso, un pc portatile, un tablet, capi d'abbigliamento vari e 1590 euro in contanti. Su tutta la refurtiva sono in corso accertamenti per capirne la provenienza. 

Per entrambi l'accusa è di tentato riciclaggio in concorso: il 49enne, S.R., dovrà rispondere anche di inosservanza alla misura della sorveglianza speciale e dell'obbligo di dimora a cui era sottoposto mentre sul complice, H.P., pesa anche l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. I due si trovano ora nel carcere di San Vittore e Monza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

  • Coronavirus: cosa succede se nel proprio condominio c'è una persona positiva?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento