Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Furto al bar a Limbiate: presi mentre svaligiano le slot

Due romeni di 20 e 25 anni sono finiti in manette nella notte tra domenica e lunedì: l'operazione dei carabinieri è stata possibile anche grazie alle segnalazioni dei residenti

"Armati" di cacciavite e arnesi da scasso si sono aperti un varco nell'inferriata montata su un'imposta che dava sul retro del negozio e si sono introdotti nel locale.

Nonostante si fossero studiati il colpo e avessero tentato di agire in tempi rapidi, due giovanissimi ladri romeni sono finiti in manette a Limbiate nella notte tra domenica e lunedì, scoperti in flagrante dai carabinieri della compagnia di Desio.

Intorno alle 3 i due malviventi, 20 e 25 anni, entrambi pregiudicati e senza fissa dimora in Italia, sono entrati in azione in via Piave, puntando al bar tabaccheria Zio Mike.

Hanno scassinato la finestra e si sono introdotti nel locale da dietro, attraverso un varco dalla grata dell'imposta: una volta all'interno hanno puntato subito all'incasso delle macchinette e delle slot-machines, cercando di aprirle, armati di cacciavite. 

I rumori provenienti dal bar e i movimenti sospetti lungo la via da parte dei due nelle ore precedenti all'azione, hanno spinto alcuni residenti a segnalare le anomalie e a sollevare dubbi ai carabinieri. Durante un servizio di controllo in contrasto ai furti una pattuglia dei carabinieri di Limbiate ha notato quanto stava accadendo e ha allertato la centrale che ha disposto l'intervento dei rinforzi da Desio.

I militari hanno fatto irruzione nel bar e hanno trovato i ladri ancora dentro, intenti a scassinare le slot-machines: quando i due romeni hanno percepito l'imminente arrivo delle forze dell'ordine hanno improvvisato una rocambolesca fuga e, mentre uno provava ad allontanarsi e veniva bloccato dai carabinieri, l'altro si ingegnava per nascondersi nel buio e sperava di passare inosservato. Appena i carabinieri hanno infilato le manette al primo ladro hanno capito che doveva per forza esserci almeno un complice visto il minuzioso lavoro criminale che avevano messo in piedi. 

E il "collega" infatti l'hanno trovato nascosto in uno stanzino secondario del locale. In possesso dei due sono stati trovati numerosi arnesi atti allo scasso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto al bar a Limbiate: presi mentre svaligiano le slot

MonzaToday è in caricamento