Sorpresi a rubare a scuola, due ragazzi in manette a Monza

I due giovani, 21 e 29 anni, entrambi residenti a Paderno Dugnano sono stati arrestati dalla polizia di Stato. In tasca anche alcuni coltelli

Immagine di repertorio

Si sono introdotti di sera a scuola e proprio tra le aule sono stati arrestati dalla polizia di Stato. I due ladri, finiti in manette nella serata di domenica 17 novembre, sono due giovani di 21 e 29 anni di Paderno Dugnano.

La chiamata alla centrale operativa della Questura di Monza è arrivata pochi minuti dopo le 23: il custode dell'istituto Mapelli di Monza segnalava la presenza di due persone che erano state viste scavalcare la recinzione e introdursi nei locali. Sul posto insieme a una volante della polizia sono intervenuti anche i carabinieri. Mentre i militari dell'Arma si sono occupati di controllare il perimetro esterno della scuola, gli agenti sono entrati nell'istituto. Al piano terra una macchinetta automatica per le bevande era stata forzata ma i ladri non erano riusciti ad aprire lo sportello delle monetine. E si erano diretti così al piano superiore dove sono stati sorpresi dai poliziotti. 

I ragazzi sono stati trovati al secondo piano dove, con un piede di porco, avevano appena aperto la cassettiera di un distributore di bevande e si erano impossessati di due computer portatili e di una stampante prelevati poco prima da un laboratorio. I due sono finiti nei guai per furto e per loro è scattata anche una denuncia perchè in tasca nascondevano anche dei coltelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento