Cronaca

Giorno della Memoria, sei brianzoli saranno decorati dal prefetto

La cerimonia il 27, giornata-simbolo della memoria dell'Olocausto. I decorati brianzoli sono tutti deceduti. La medaglia assegnata dalla presidenza del consiglio

In occasione del Giorno della Memoria, la presidenza del consiglio conferisce come sempre medaglie d'onore a cittadini deportati nei lager o, se deceduti, ai loro familiari.
 
Il 27 gennaio anche a Monza, nella sede della prefettura, si terrà la cerimonia durante la quale verranno consegnate le medaglie agli insigniti della provincia: si tratta di sei uomini, tutti deceduti. Ecco chi sono:
 
Ambrogio Brambilla (nato l'1 novembre 1919), militare deportato dall'8 settembre 1943 all'8 maggio 1945 a Menden, originario di Bellusco.
 
Antonio Cuch (nato il 14 febbraio 1920), militare a Trieste, deportato dal 10 settembre 1943 al 24 aprile 1945 ad Auschwitz, i cui discendenti risiedono a Carate Brianza.

Norberto Golin (nato il 7 ottobre 1921), alpino, deportato dal 24 settembre 1943 all'8 maggio 1945, internato vivcino a Matthausen, il cui figlio vive a Nova Milanese.

Enea Maffezzoli (nato il 3 febbraio 1917), militare, deportato l'8 settembre 1943 e tornato in Italia nell'estate 1945 ed internato in Germania, i cui discendenti vivono a Monza.

Mario Marchesi (nato il 10 aprile 1916), militare, deportato dal 12 settembre 1943 all'8 maggio1945 ed internato in Germania, il cui figlio risiede a Monza.
 
Giovanni Vola (nato il 27 maggio 1913), militare, deportato dall'8 settembre 1943 al 2 maggio 1945 ed internato in Germania, il cui figlio vive a Brugherio.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorno della Memoria, sei brianzoli saranno decorati dal prefetto

MonzaToday è in caricamento