Giovannini d'oro 2014, i premiati

La cerimonia del conferimento delle benemerenze civiche si terrà martedì 24 giugno sotto i portici dell'Arengario alle ore 12

L'Arengario a Monza dove avverrà la cerimonia

La Commissione per l'assegnazione delle benemerenze civiche ha assegnato i Giovannini d'oro per il 2014 a Giuseppe Beretta, Riccardo Galbiati, Roberto Mauri. Il riconoscimento civico, istituito dal Consiglio comunale nel 1983, va anche alla memoria di Carlo Vittone, mentre il premio Corona ferrea è stato destinato all'associazione Cancro Primo Aiuto.

Il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, consegnerà i riconoscimenti martedì 24 giugno, nel giorno di San Giovanni, patrono della città, durante la cerimonia che si terrà sotto i portici dell'Arengario, in piazza Roma, dalle ore 12.

I premiati

Giuseppe Beretta. Nel febbraio 1980 costituisce con un gruppo di persone l'Associazione denominata "Centro Polisportivo San Fruttuoso" che non persegue alcun scopo di lucro e che promuove la diffusione della pratica sportiva per tutte le fasce d'età. Ad oggi l'Associazione conta 8.500 soci con 25 discipline sportive praticate. Nei primi anni 90 diventa portavoce e Presidente del Coordinamento delle Associazioni sportive di base che conta ben 40 società sportive. E' promotore della "consulta Comunale dello sport". Promuove il progetto "Sport nel Parco". Nel 2008 viene fondato il Comitato Uisp (Unione Sport per tutti) di cui viene eletto presidente. Nel 2009 promuove il progetto AFA: primo progetto pilota di attività motoria specifica per persone affette dal morbo di Parkinson, progetto che attualmente, su indicazioni dell'Ospedale San Gerardo, si è arricchito di una metodologia rivolta ai paziente affetti da ictus. Promuove nel 2009 il Centro Estivo Multisport presso la scuola media Sabin. Nel 2013 si ricostituisce la Consulta dello Sport e diventa il rappresentante delle Associazioni sportive monzesi sempre nell'ottica di una collaborazione fattiva con l'Amministrazione Comunale.

Riccardo Galbiati. Appassionato di musica, trombettista eclettico, di elevata cultura musicale con ampia conoscenza del mondo del Jazz. E' fondatore del Jazz Club Monza e presidente del Corpo Bandistico Città di Monza che ha rifondato nel 1994, annoverando tra i suoi musicisti numerosi studenti di conservatorio. Ideatore, con Tiziana Gori, della manifestazione i Chiostri Monzesi, manifestazione giunta quest'anno alla 16^ edizione. E' coordinatore del Polo Jazzistico che organizza l'Open Jazz Festival Brianza giunto ormai alla 14^ edizione.

Roberto Mauri. Ha sempre lavorato nel campo dell'assistenza e dei servizi agli anziani, seguendo e realizzando progetti all'avanguardia in Italia e in Europa. A Monza il suo nome è legato in particolare alla Cooperativa La Meridiana, al Centro Geriatrico Polifunzionale San Pietro e al Centro Diurno Integrato per anziani Costa Bassa - realtà molto diverse tra loro ma veri e propri punti di riferimento per gli anziani del territorio, in periodi e situazioni diverse della loro vita, per le loro famiglie e per gli operatori del settore sociale.

Alla memoria di Carlo Vittone. Nato a Roma il 20 agosto 1955 e scomparso a Monza il 5 luglio 2013,​ è stato un uomo di cultura, oltre che un insegnante, sempre aperto al dialogo con i suoi studenti, all'Istituto d'Arte di Monza. Al suo attivo tante opere come autore, traduttore, curatore ed editore, opere di discipline diverse, dalla letteratura all'arte alla filosofia, materia nella quale ha conseguito la sua prima laurea alla Normale di Pisa, nel 1979 (conseguirà la seconda, in lingua e letteratura tedesca, l'anno successivo). E' stato anche, negli anni Novanta, assessore al Parco e poi consigliere comunale.

Premio Corona ferrea all'associazione Cancro Primo Aiuto onlus. Fondata nel 1995 dai famigliari alla memoria di Walter Fontana, imprenditore, Presidente dell'Associazione industriali di Monza e Brianza dal 1978 al 1990, Senatore della Repubblica e mecenate. Associazione senza scopo di lucro persegue la finalità di assistenza socio-sanitaria a favore degli ammalati di cancro e dei loro famigliari, sul territorio monzese e dell'intera regione. Si avvale nella sua opera di un'estesa rete di volontari, di medici e paramedici. Nella sua ventennale attività ha distribuito grazie ai suoi sostenitori ben 8,5 milioni di euro in progetti socio-sanitari e di solidarietà. Solo nel 2013 Cancro Primo aiuto ha assistito 20.000 malati, ha eseguito gratuitamente 40.000 prestazioni e ha sostenuto economicamente 35 collaboratori diretti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento