Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Piazza Roma

Giovannini d'oro, ecco come i premiati hanno onorato Monza

A ricevere il riconoscimento sono stati Rosetta Aldeghi, volontaria della San Vincenzo, Gianandrea Caravatti, imprenditore e volontario per la cooperazione internazionale, Vito Ciriello, promotore di attività culturali e presidente Centro Culturale Ricerca (CCR) e un premio è stato consegnato alla memoria di Adele Guffanti

Come ogni anno sotto i portici dell'Arengario si è tenuta la tradizionale cerimonia di consegna dei Giovannini d'oro nel giorno della festa patronale della città.

Il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, ha consegnato la benemerenza ai cittadini premiati per il loro contributo al bene della comunità e la loro azione per la collettività che li ha contraddistinti in campi diversi, dalla cultura allo sport, con l'unico obiettivo di rendere Monza una città migliore.

A ricevere il riconoscimento sono stati Rosetta Aldeghi, volontaria della San Vincenzo, Gianandrea Caravatti, imprenditore e volontario per la cooperazione internazionale e Vito Ciriello, promotore di attività culturali e presidente Centro Culturale Ricerca (CCR). Un Giovannino d'oro è stato inoltre dedicato alla memoria di Adele Guffanti, scomparsa l'anno scorso: pioniera dei trapianti di cornea e fondatrice di associazioni nazionali e locali è stata anche primario oculista all'ospedale Buzzi di Milano.

Il premio Corona ferrea è stato invece consegnato all’Associazione Brianza per il cuore. 

Per la concittadina Adele Guffanti, ormai scomparsa, ha ritirato il premio il fratello Giuseppe. “Ha dato lustro alla città con la sua attività professionale ed è stata uno dei pionieri dei trapianti di cornea intuendo l’importanza delle donazioni di organi. Fondatrice del Soroptimist, delle sezioni locali del Fai e dell'Aido, è stata sostenitrice del concorso pianistico Rina Sala Gallo. E' sempre stata generosa benefattrice di istituti di assistenza e ha prestato più volte servizio di volontariato in missioni umanitarie, mettendo a disposizione dei più bisognosi le sue competenze mediche” ha spiegato il sindaco Scanagatti rammentando i meriti che l'hanno contraddistinta.

Il Giovannino d'oro a Rosetta Aldeghi, storica volontaria della san Vincenzo de Paoli, è stato invece conferito perchè “Instancabile, umile e silenziosa, appena ventenne ha iniziato a prestare la sua opera di volontaria presso la san Vincenzo de Paoli e ancora oggi, dopo ben 70 anni di attività, dedica tutte le sue giornate ad aiutare e supportare i più poveri e bisognosi".

Un encomiabile cittadino monzese è stato anche l'imprenditore Gianandrea Caravatti, volontario nella cooperazione internazionale: "ha iniziato la sua silenziosa opera di volontariato in Africa occidentale nel 1977. Ha realizzato molti progetti in collaborazione con la congregazione delle suore di Maria Immacolata Regina della Pace, promuovendo la realizzazione un centro doposcuola in Burkina Faso, di un laboratorio di analisi mediche e biologiche in Costa d’Avorio e da ultimo, nel dicembre 2014, un Centro di Riabilitazione psicomotoria a Katì in Mali”.

Premiato dal sindaco Scanagatti anche Vito Ciriello (in foto), promotore di attività culturali e presidente Centro Culturale Ricerca (CCR).

“Animato da sincero amore per la cultura e per la divulgazione in città, è stato fin dagli anni '80 fondatore del Centro Cultura le Ricerca e si è dedicato con passione e onestà intellettuale all’organizzazione e promozione di eventi che hanno costituito importanti occasioni di crescita per la comunità cittadina”.

Il premio Corona Ferrea invece è stato conferito all’Associazione Brianza per il Cuore.

“Nata nel 1995 svolge un’importante attività di prevenzione delle malattie cardiovascolari. Promuove e coordina progetti che vedono coinvolte scuole, cittadini, professionisti nell’educazione alla salute. Numerosi i progetti attuati, il più significativo dei quali “Monza Città Cardioprotetta” ha permesso di dotare la città e il parco di defibrillatori che rendono Monza città all’avanguardia nella prevenzione delle malattie cardiovascolari”.

Nel giorno della Festa di San Giovanni le iniziative in città proseguono fino allo spettacolo pirotecnico e musicale in programma per le 22 al Parco di Monza. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovannini d'oro, ecco come i premiati hanno onorato Monza

MonzaToday è in caricamento