rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Gita di Pasqua in moto sul lago, motociclista monzese scappa ai carabinieri poi si schianta

E' stato soccorso e accompagnato in ospedale. Doppia denuncia per il monzese: era alla guida ubriaco e ha violato le restrizioni per l'epidemia in corso

Da Monza al Lago Maggiore per il weekend di Pasqua. E' finita con un incidente e una doppia denuncia la gita di un cittadino monzese sul Lago Maggiore.

E' successo nella notte tra sabato 11 e domenica 12 aprile: a finire nei guai, un motociclista di Monza, che aveva raggiunto il verbano per il fine settimana di Pasqua e dopo non essersi fermato a un controllo si è schiantato con la dueruote.

La fuga è cominciata a Belgirate, lungo la Statale 33, dove i carabinieri di Stresa volevano fermarlo per un controllo. L'uomo, quando ha visto la paletta dell'alt dei militari dell'Arma, è però fuggito. E' quindi partito l'inseguimento, i carabinieri hanno allertato un'altra pattuglia che ha provato a fermare il motocilista a Stresa, ma l'uomo li ha schivati e ha proseguito la sua fuga fino a Feriolo, dove ha perso il controllo della moto schiantandosi a terra.

Soccorso dagli stessi militari dell'Arma e dal 118, è stato portato in ospedale. Dagli accertamenti dei carabinieri è emerso che il motociclista, risultato alla guida in stato di ebbrezza, si trovava sul Lago Maggiore per trascorrere la Pasqua. Per questo motivo, per lui è scattata la denuncia per la violazione delle limitazioni agli spostamenti imposte dal Governo per il contenimeto del coronavirus, oltre che per guida in stato di ebbrezza, resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gita di Pasqua in moto sul lago, motociclista monzese scappa ai carabinieri poi si schianta

MonzaToday è in caricamento