Trenord: arrestato l'ad Giuseppe Biesuz

Le accuse riguardano una bancarotta ai tempi in cui era amministratore della società Urban Screen

MONZA - La guardia di finanza ha eseguito poco prima di mezzogiorno un ordine di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di Giuseppe Biesuz, ad di Trenord. Lo riferisce l'ANSA. Le accuse, a quanto si apprende, riguardano un'ipotesi di bancarotta della società Urban Screen, di cui Biesuz è stato ad fino al 2008, e non Trenord.  Biesuz era atteso per una conferenza stampa in piazzale Cadorna: i giornalisti erano tutti sul posto quado è stato annunciato che l'incontro era annullato. La notizia giunge nel mezzo del caos sulle linee regionali dovuto, secondo l'azienda, all'introduzione di un nuovo sistema informatico di gestione dei turni. I disagi sono proseguiti anche martedì mattina su molte linee, anche in Brianza: nei giorni scorsi era stata inaugurata la nuova tratta Seregno Saronno.

LE ACCUSE - A  Biesuz  viene contestato di aver distratto e dissipato 685mila euro dal patrimonio aziendale, attraverso false fatturazioni. E' quanto emerge dall'inchiesta coordinata dal pm di Milano Sergio Spadaro e condotta dal comando provinciale della Gdf, che ha portato a una misura cautelare firmata dal gip Vincenzo Tutinelli.

SEREGNO-SARONNO: TRE GIORNI DI CAOS

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Monza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • Natale low cost: 11 idee regalo a meno di 20 euro per gli amici e la famiglia

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento