Giussano, "aggredisce" a colpi di cacciavite due cugini in casa: forse un debito di droga

Una delle due vittime si trova in gravi condizioni ed è ricoverata in prognosi riservata all’ospedale San Gerardo di Monza

Ha aggredito a colpi di cacciavite due cugini nella loro abitazione, forse per un regolamento di conti maturato nell'ambiente dello spaccio di droga.

I carabinieri di Seregno ora stanno cercando l'aggressore che giovedì mattina ha ferito in modo grave i due uomini, il più grande dei quali ha numerosi precedenti penali alle spalle.

L’uomo si è scagliato come una furia contro i due avversari, 35 e 21 anni, di origine calabrese e domiciliati a Giussano, colpendoli con numerose “pugnalate” a colpi di cacciavite: lo stesso strumento con cui aveva forzato una finestra per infilarsi nella casa dei due rivali. All’interno dell’abitazione di via Nino Bixio, i carabinieri hanno trovato i due pusher in fin di vita, tra sangue e mobili a soqquadro. Il 35enne, già noto alle forze dell’ordine per traffico di stupefacenti, è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale San Gerardo di Monza. E’ in terapia intensiva nel reparto di neurochirurgia e le sue condizioni sono molto gravi. Meno critica la situazione del 21enne, incensurato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La prognosi è di dieci giorni per trauma cranico e ferite in tutto il corpo. Nel loro appartamento, in via Bixio a Giussano, nella stanza del più giovane dei due, i militari hanno scoperto 250 grammi di marijuana e 300 grammi di hashish. Ora i carabinieri di Seregno indagano per rintracciare il violento aggressore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento