Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Giussano

Nel tempo libero faceva l'idraulico: spacciatore arrestato dalla Finanza

In compagnia del fratello, aveva dato vita a un vasto traffico di stupefacenti nella Brianza monzese e in quella lecchese. Preso a Giussano, aveva rubato anche due chitarre elettriche

GIUSSANO – L’idraulico? Un mestiere da «poveracci». La pensava più o meno così un idraulico di 29 anni. Di origini albanesi, aveva un buon lavoro. Ma lo stipendio non gli bastava. Così, ha pensato bene di «arrotondare» scegliendo l’unico mestiere che permette di guadagnare un sacco di soldi senza fare niente: lo spacciatore.

Insieme al fratello minore di 22 anni, lo straniero era riuscito a dare vita a un vasto traffico di droga. In Brianza, ma anche a Merate e nella provincia di Lecco. Centinaia di clienti, denaro facile. Meglio, molto meglio che sporcarsi le mani facendo il troumbée.

Ma è durata poco. La guardia di finanza di Seregno ha iniziato a tenere d’occhio quell’idraulico con il portafoglio sempre gonfio di banconote. E, l’altro giorno, lo ha incastrato. Quando le fiamme gialle hanno perquisito il suo appartamento di Giussano, hanno trovato quattro chilogrammi di marijuana. L’albanese ha tentato di farfugliare che la droga serviva a lui per uso personale. Ma gli uomini in divisa lo hanno fulminato con lo sguardo. Anche perché in casa c’era pure un bilancino di precisione, sostanze per tagliare la droga pura e una pistola calibro 38.

I due albanesi di 29 e 22 anni sono finiti in manette nel carcere di Monza con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e porto abusivo di arma da fuoco. Gli stranieri inoltre non hanno saputo spiegare da dove provenissero alcune macchine fotografiche, due chitarre elettriche e alcuni personal computer. Secondo le fiamme gialle, si tratta di merce rubata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel tempo libero faceva l'idraulico: spacciatore arrestato dalla Finanza

MonzaToday è in caricamento