rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca / Giussano

La cassetta del bookcrossing svuotata (non dai lettori). L'assessore: "L'umanità fa schifo"

Lo sfogo dell'assessore alla Cultura: "Certamente non lasceremo la cassetta sguarnita, ma quanta tristezza per questo gesto"

La speranza è che la cassetta sia stata svuotata dai lettori. Da chi, prima di partire per le vacanze, aveva deciso di far man bassa di libri da leggere (gratis) sotto l’ombrellone. Ma, molto probabilmente, a svuotare le cassette per lo scambio dei libri che si trovano a Giussano sono stati ladri.

Scatenando immediatamente la rabbia e lo sdegno dell’assessore alla Cultura Sara Citterio che dall’inizio del suo mandato, nella primavera del 2019, sta puntando sulla lettura. Citterio, senza troppi giri di parole, è andata dritto al problema. “L'umanità fa schifo - ha scritto sul suo profilo Facebook -. La casetta del bookcrossing era stracolma, oggi è letteralmente vuota. Vorrei sperare che tantissime persone si siano recate a prendere uno/due libri catturati dal fuoco sacro della lettura, ma in quel caso sarebbero rimasti almeno un po' di libri dato che le casette servono per scambiare e quindi per prendere e lasciare libri. In questo caso temo sia opera di qualche predatore da mercatino del libro usato, ma volevo dirvi che mi spiace per voi, i libri donati alla Biblioteca e all'Assessorato sono tutti marchiati, non farete una bella figura usandoli impropriamente”.

Perché, probabilmente, a far razzia di romanzi e saggi non sono stati avidi lettori, ma persone che poi, forse, andranno a vendere i volumi. Nella giornata di giovedì 3 agosto erano stati lasciati una cinquantina di libri, sia nella cassetta di Giussano sia in quella della frazione di Birone. Libri che, nella postazione di Giussano, sono spariti quasi tutti. I probabili “ladri”, però, non avevano fatto i conti con l’assessore alla Cultura: i libri infatti hanno tutti il timbro del comune di Giussano, un libro donato dall’assessorato alla Cultura per i progetti alla cittadinanza. “Ne sono rimasti solo 3 o 4, portati dagli assidui lettori che, fortunatamente, utilizzano la cassetta del bookcrossing in modo corretto - conclude l’assessore Citterio -. Certamente non lasceremo la cassetta del bookcrossing sfornita, ma metteremo pochi libri alla volta nella speranza che questo triste gesto non venga ripetuto e chi va a prendere uno o più libri per leggerli sotto l’ombrellone, oppure a casa,  possa trovare comunque un'ampia scelta di titoli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cassetta del bookcrossing svuotata (non dai lettori). L'assessore: "L'umanità fa schifo"

MonzaToday è in caricamento