Monza, è il tuo penultimo Gp: “Senza soldi rinnovo improbabile"

Alla vigilia del weekend del Gran Premio di Monza, Bernie Ecclestone gela tutti: "Il rinnovo del contratto è improbabile, dato che non vogliono pagare". La F1 chiede 25 milioni, Monza ne offre 15. Ma Maroni tiene la porta aperta

Il contratto con la F1 scade quest'annno - Foto repertorio

Dieci milioni di euro che potrebbero, e con ogni probabilità lo faranno, cancellare la storia. Dieci milioni di euro che scriveranno la parola fine sul romanzo centenario del tempio della velocità. Dieci milioni di euro che cambieranno, e per sempre, il mondo della Formula 1. 

Quello del sei settembre potrebbe essere il penultimo Gran Premio di Formula 1 disputato sul circuito dell’Autodromo di Monza. A compiere lo strappo che pare decisivo, nell’ormai eterna trattativa per il rinnovo del contratto tra Sias e Autodromo, è stato il boss del circus, Bernie Ecclestone, un uomo che guarda ai soldi più che al fascino e al mito. 

"Il rinnovo del contratto è improbabile, dato che non vogliono pagare”, la stroncatura di Ecclestone, intervistato da Autosport. Il nodo resta sempre lo stesso: il patron della F1 chiede 25 milioni di euro - cifra pagata da tutti i circuiti - ma Monza ne offre 15. "Abbiamo qualcosa da vendere, decidano se sono interessati a comprarla”, ha sentenziato Bernie. 

"Queste discussioni - ha spiegato alla rivista - vanno avanti da due anni e mezzo, è ora che prendano una decisione. Il prezzo che chiediamo è lo stesso chiesto a tutti gli altri. Sarebbe una perdita significativa per la F1 - ha concluso -, ma pagare il prezzo che chiediamo non dovrebbe essere un dramma".

Dal 2017, insomma, il Gp d’Italia potrebbe sparire dal calendario della Formula 1. Qualche fiammella, però, resta accesa. La Sias, l’ente che gestisce l'autodromo di Monza, ha infatti fatto sapere di aver avuto un "incontro positivo" con Ecclestone: "Non c'è panico né fretta, sa che servirà anche l'aiuto del Governo - ha spiegato il presidente Andrea dell’Orto -. Abbiamo già fatto sforzi importanti, non è stato un incontro definitivo”. 

Uno spiraglio di luce, poco dopo le 12 di sabato, lo ha regalato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, che ha incontrato proprio Ecclestone. 

“Al 99,9% Monza è salva, lascio uno 0,% per scaramanzia”, ha commentato in modo particolarmente ottimista il governatore leghista.

C’è un altro numero, però, che lascia meno spazio all’ottimismo e che addensa qualche nube nera sul futuro. 

“Entro l'inizio di dicembre dobbiamo trovare circa 35 milioni di euro per coprire la differenza con cui arrivare a soddisfare le richieste di Ecclestone - ha ammesso Maroni. Gliel'ho garantito e gli ho detto che fra due mesi e mezzo ci rivediamo per firmare il rinnovo del contratto”. 

Entro fine dell’anno, quindi, vanno trovati i soldi. Per far sì che non venga la fine. Ma del Gran Premio di Monza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

  • Incidente a Monza, scontro tra auto e ambulanza diretta al San Gerardo

Torna su
MonzaToday è in caricamento