Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Guardie armate nelle stazioni: arriveranno anche a Monza

La sperimentazione parte da Bergamo, Treviglio e Como per toccare poi tutte le province lombarde

Arriveranno anche a Monza le guardie giurate Trenord per garantire maggiore sicurezza a pendolari e lavoratori nelle stazioni. La sperimentazione, che toccherà progressivamente tutte le province lombarde, parte da Bergamo, Treviglio e Como.

Si tratta, come ha annunciato l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alessandro Sorte, del nuovo piano sicurezza Trenord voluto dalla Regione per fare fronte alla mancanza di iniziative in materia di sicurezza e prevenzione da parte del governo che, secondo Sorte, "non batte un chiodo".

"Sulla sicurezza il governo è completamente latitante, benchè la responsabilita' sia tutta nelle sue mani. La Regione fa supplenza, nell'interesse dei cittadini, perchè la sicurezza di chi viaggia e dei lavoratori impegnati ogni giorno sui treni e nelle stazioni, per noi, è al primo posto" ha spiegato Sorte.

"E' così che abbiamo deciso - conclude Sorte - di mettere in campo prima i vigilantes, che hanno avviato la sperimentazione migliorando sensibilmente la sicurezza e ora, grazie anche alla collaborazione delle Prefetture, arriva personale ancor piu' qualificato: le guardie armate. Naturalmente saranno concentrate sulle linee più calde, dove le aggressioni si moltiplicano".

Su un treno all'altezza della stazione di Cassano d'Adda qualche settimana fa una ragazza era stata aggredita con delle martellate alla testa da un rapinatore che le ha portato via la borsetta e anche la stazione di Monza negli ultimi tempi è stata teatro di diversi episodi di aggressione e criminalità. Solo a febbraio una giovane era stata rapinata nel sottopasso che dall'interscambio ferroviario conduce a corso Milano

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardie armate nelle stazioni: arriveranno anche a Monza

MonzaToday è in caricamento