rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Ospedali

Contro le aggressioni guardie giurate e videosorveglianza in ospedale

La Direzione generale Welfare ha scritto ai direttori generali delle Ats, Asst e Irccs chiedendo un report sintetico su episodi avvenuti

Guardie giurate e impianti di videosorveglianza negli ospedali e nei pronto soccorso della Lombardia. La Regione ha annunciato di essere pronta ad attivare servizi di vigilanza e monitoraggio a protezione del personale nelle strutture ospedaliere e ambulatoriali. La Direzione generale Welfare ha infatti scritto ai direttori generali delle Ats, Asst e Irccs chiedendo un report sintetico su episodi avvenuti.

"La tutela del personale impegnato negli ospedali lombardi - ha evidenziato la vicepresidente e assessore al Welfare Letizia Moratti - è al centro della nostra azione. Negli ultimi anni - ha ricordato - il numero delle aggressioni ai lavoratori è aumentato. La risposta di Regione Lombardia deve essere ferma, decisa e immediata. Abbiamo infatti chiesto ai direttori generali un resoconto su quanto avvenuto nelle varie strutture".

"Se il caso lo richiederà - ha concluso - attiveremo al più presto specifici servizi a tutela di chi quotidianamente con grande sacrificio e professionalità si occupa della salute dei cittadini. Per fare questo, utilizzeremo anche servizi di vigilanza e videocamere di sorveglianza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro le aggressioni guardie giurate e videosorveglianza in ospedale

MonzaToday è in caricamento