Villasanta, per l'Hotel Parco si muove la Soprintendenza: chiesta relazione

Dopo le proteste dei mesi scorsi, l'Ente ha chiesto una relaziona al Comune: tra le ipotesi, la conservazione in loco degli elementi da preservare, o il loro spostamento in altra sede. Pressing sui tempi da parte del costruttore

La facciata liberty dell'Hotel Parco di Villasanta (foto AP/Monza Today)

VILLASANTA - Per l'Hotel Parco si muove la Soprintendenza per i Beni Culturali: il 30 aprile l'Ente ha richiesto al Comune di Villasanta di produrre una relazionte tecnica sull'area dell'ex albergo dismesso, per valutare se salvare qualche elemento dalle ruspe che fra poco lo raderanno al suolo.

QUASI PRONTA - Si tratta di una relazione che comprenderà una cronistoria dell'edificio dal punto di vista amministrativo e un rapporto fotografico che ne illustri le modificazioni intervenute nel corso degli anni. La relazione del Comune potrebbe essere pronta già per questa settimana: la palla passerà poi all'Ente, che ha tempi meno celeri. 

LE PROTESTE -  Nei mesi scorsi l'opposizione aveva protestato vivacemente contro l'abbattimentoAl posto dell'edificio esistente, uno stabile dalla storia quasi secolare, sorgerà un complesso residenziale da 17 appartamenti  che comprenderà anche buona parte di quello che oggi è il giardino. Abitazioni di prestigio, che affacceranno direttamente sul Parco.

IL COMUNE - L'assessore alla partita Riccardo Confalonieri rimette tutto all'ente ministeriale: "Non abbiamo ancora rilasciato il permesso di costruire - precisa - che sarà subordinato al rispetto da parte del costruttore alle indicazioni della Soprintendenza".  Il privato ha avuto contatti con l'Ente, per capire i contorni della situazione e conoscere le tempistiche. Tra le possibilità in esame, la conservazione in loco di alcune strutture, o il loro spostamento in altra zona del paese: ipotesi, questa, più lontana dal momento che l'elemento di maggior pregio è la facciata in stile liberty  che si integra perfettamente con la prospiciente entrata del Parco di Monza, ma la cui salvaguardia pregiudicherebbe l'utilizzo di preziosi metri quadri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento