rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Incendi / Macherio

"Vi uccido tutti", si barrica dentro e incendia casa poi aggredisce i carabinieri

I primi a intervenire e tentare di spegnere le fiamme sono stati i militari che hanno messo in salvo le famiglie che abitano nel palazzo. L'uomo ora è in carcere

Ha rischiato di devastare con il fuoco un intero palazzo, mettendo in pericolo le famiglie che abitano lo stabile. E' successo venerdì mattina, a Macherio, dove un uomo di 33 anni, un cittadino di origine albanese, è stato arrestato dai carabinieri e ora dovrà rispondere delle accuse di incendio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

"Vi uccido tutti" e poi le fiamme

La situazione è precipitata intorno a mezzogiorno quando da un condominio del comune brianzolo è arrivata una richiesta di intervento da parte dei residenti che avevano sentito odore di fumo provenire da un appartamento dello stabile. Quando i militari dell'Arma sono intervenuti hanno scoperto che il 33enne si era barricato all'interno dell'abitazione, sbarrando la porta. E da qui avrebbe iniziato a gridare di aver dato fuoco a casa sua e di voler "uccidere tutti". Sono stati momenti concitati e quando i militari dell'Arma sono riusciti ad aprire la porta il 33enne ha aggredito i carabinieri, colpendoli con calci e pugni. 

L'abitazione era già completamente distrutta dal fuoco e per spegnere l'incendio prima che potesse propagarsi alle altre abitazioni i carabinieri hanno usato gli estintori dello stabile. L'intero condominio, con circa una ventina di famiglie residenti, è stato evacuato e le persone sono state invitate a lasciare le loro abitazioni e messe in sicurezza. Poco dopo sono giunti sul posto anche i vigili del fuoco di Monza che hanno domato definitivamente le fiamme che, ormai, avevano distrutto completamente l'appartamento.

L'arresto

L'uomo, nonostante i tentativi di divincolarsi, è stato fermato e arrestato e ora si trova in carcere. Dovrà rispondere delle accuse di incendio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Sono in corso le indagini per far luce sulle cause che avrebbero spinto il 33enne ad agire e accertamenti per verificare se avesse assunto sostanze stupefacenti. L'abitazione è stata sottoposta a sequestro e due carabinieri sono finiti in ospedale a causa dei fumi sprigionati dall'incendio e inalati durante l'intervento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vi uccido tutti", si barrica dentro e incendia casa poi aggredisce i carabinieri

MonzaToday è in caricamento