Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Varedo

Incendio all'ex Snia, dal Pirellone i risultati dell'Arpa: "Nessuna criticità"

L'annuncio oggi dell'assessore all'Ambiente Raffalele Cattaneo. Nel rogo del 25 settembre in fumo 2mila tonnellate di rifiuti

Dieci giorni fa il grande rogo all'ex Snia di Varedo dove erano state stoccate 2mila tonnellate di rifiuti sotto sequestro in attesa di essere smaltiti. I cittadini avevano immediatamente lanciato l'allarme circa la possibilità di eventuali sostanze pericolose bruciate nel rogo.

Fin dai primi giorni Arpa (Agenzia Regionale Protezione Ambinete) aveva rassicurato i brianzoli: nel rogo non erano andate in fumo sostanze pericolose. Oggi, a dieci giorni dal disastro, anche dalla Regione Lombardia arriva la conferma. 

"Dalle operazioni effettuate - dichiara l'assessore all'Ambiente Raffaele Cattaneo - sono emersi dei valori rassicuranti e non sono stati riscontrati elementi di criticità. Dunque non c'è nessuna preoccupazione. I dati del campionamento fatto da Arpa hanno confermato che gli inquinati hanno seguito l'andamento consueto in relazione alle diverse fasi di combustione e spegnimento dell'incendio".

Arpa durante tutta la fase emergenziale ha effettuato sopralluoghi nell'area di Varedo per verificare l'impatto dell'incendio sulla qualità dell'aria. Nella fase inziale ha realizzato rilievi 'speditivi', escludendo la presenza di concentrazioni critiche in relazione alla tossicità degli inquinanti. Anche il monitoraggio in continuo, con campionatore ad alto flusso, per la determinazione della concentrazione di diossine, ha evidenziato a Varedo l'andamento tipico nell'evento avvenuto a quelli simili. 

"In relazione alle diverse fasi di combustione e spegnimento dell'incendio - si legge nella nota di Arpa  - si è rilevato il consueto andamento, ovvero: un lieve rialzo di tale inquinante rispetto al valore guida dell'Oms di 0.3 pgTEQ/m3 nella prima giornata (fase iniziale dell'evento, in cui le operazioni dei Vigili del fuoco sono consistite essenzialmente nel contenimento delle fiamme). Seguito da un aumento della concentrazione nella seconda giornata (inizio spegnimento dell'incendio con abbattimento della temperatura e conseguente minore diluizione degli inquinanti). E, da ultimo, da un netto calo delle concentrazioni nella terza e quarta giornata (attività di spegnimento in fase di conclusione) con valori di un ordine di grandezza inferiore al valore guida".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio all'ex Snia, dal Pirellone i risultati dell'Arpa: "Nessuna criticità"

MonzaToday è in caricamento