Incendio di Seregno, danni per 100mila euro, mura pericolanti e due famiglie senza casa

L'incendio è divampato lunedì pomeriggio

Il tetto da rifare e la necessità di fare accertamenti per verificare che i muri non siano pericolanti.

Hanno lavorato fino all’una di notte di martedì mattina i vigili del fuoco, prima di riuscire a domare le fiamme dell’incendio divampato lunedì 1 maggio in una villa di via Colombo, a Seregno. Quando i proprietari sono entrati di nuovo in casa hanno dovuto fare i conti con danni ingenti da almeno 100mila euro.

Il tetto è completamente da rifare. Distrutte le tegole, ridotta in cenere le travi di legno. Quel che è peggio: le mura che reggono la copertura sono lesionate. Non è escluso che siano pericolanti: è quanto dovranno accertare i tecnici dell’Asst di Monza, che hanno effettuato un sopralluogo. Unico sollievo: almeno, per fortuna, non c’è stato nessun ferito.

Ma è pesante anche il bilancio «umano»: le due famiglie che abitavano nella villa, dovranno, almeno per il momento, trovare un’altra abitazione. L’incendio è divampato nel tardo pomeriggio di lunedì. Alle 16.30 un passante ha citofonato ai residenti: attenzione, la vostra casa sta bruciando. Una comunicazione che ha provocato il fuggi fuggi generale. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Carate Brianza, Desio e Milano: due autopompe di Seregno, un’autoscala e l’autobotte di Carate Brianza, il carro Aria da Milano. A sirene spiegate sono poi giunte le ambulanze, gli agenti della polizia locale e carabinieri.

Chiuse al traffico le vie Cairoli, Garibaldi e Umberto I. Con ogni probabilità, a far divampare il rogo, è stata una vecchia stufa che si è surriscaldata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento