menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendio a Bovisio, muro di fuoco nell'ex ditta usata come "dormitorio" dai senzatetto. Foto

Il rogo è scoppiato alle 22.30 in una ex fabbrica. Occupanti in fuga. Le immagini

Un vero e proprio muro di fuoco. Fiamme altissime, visibili da tutta la città. E uomini in fuga per mettersi in salvo dalle fiamme. 

Serata di paura quella di giovedì a Bovisio Masciago, in Brianza, teatro di un incendio che è divampato verso le 22.30 in un capannone abbandonato in via Marangoni. L'edificio - 100 metri quadrati sviluppati su due piani - è abbandonato dagli anni '80, attualmente è di proprietà di un'azienda immobiliare milanese ed è utilizzato dai senzatetto come riparto di fortuna.

Per domare le fiamme sono dovute intervenire sei squadre dei vigili del fuoco del comando provinciale di Milano, che hanno spento il rogo dopo lunghe ore di lavoro.

Quando è scoppiato l'incendio, alcuni testimoni hanno visto degli uomini fuggire: è probabile - almeno questa è la prima ricostruzione - che avessero trovato riparo lì per la notte e che avessero acceso un fuoco per riscaldarsi. Da lì poi si sarebbe originato il rogo. 

In via Marangoni sono intervenuti anche i carabinieri, che hanno sigillato l'ingresso della struttura - distrutta e pericolante - per evitare nuove intrusioni. Al momento non risultano feriti nell'incendio, ma per venerdì mattina è previsto un nuovo sopralluogo di militari e pompieri per verificare, nuovamente, l'assenza di persone coinvolte. 

Durante la notte tra giovedì e venerdì, un secondo rogo è divampato a Lainate. Lì, a bruciare è stata la cucina di un appartamento, al cui interno c'erano tre persone. Gli inquilini, svegliati dal fumo, sono riusciti a mettersi in salvo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento