Martedì, 15 Giugno 2021
Incidenti stradali

Ambulanza inseguita dai rom, soccorritori minacciati con la pistola

In tre inseguivano una donna con bambino. Speronamento in autostrada, poi l'aggressione ai socorritori del 118. Tutto comincia sull'autostrada A4, poco distante da Agrate.

AGRATE - Inseguimento tra rom in autostrada, con gli operatori del 118 minacciati dai nomadi. E' accaduto nei giorni scorsi nei pressi di Agrate.  Quello che sembra il copione di un film comincia in autostrada sull'A4. Due auto si speronano: a bordo della prima viaggiano una donna e un bambino, sull'altra un gruppo di tre rom che li tallonano. Il "bisticcio" ha causato una serie di tamponamenti non gravi. Ma all'arrivo dell'ambulanza di Busnago Soccorso, gli operatori vengono aggrediti e minacciati. Sul posto giunge la polizia, ma alla vista degli agenti i rom si danno alla fuga. 

Non per molto. Appena l'ambulanza riparte,  i nomadi tornano alla carica credendo che a bordo ci siano la donna e il piccolo, e inseguono il mezzo. I conducenti sono costretti ad arrestarsi: appena fermi, però, ai soccorritori vengono puntate due pistole, mentre il veicolo viene perquisito dal complice. Solo dopo essersi resi conto che non c'era nessuno a bordo, i rom se ne vanno. Ai malcapitati autisti non è restato altro che correre dai carabinieri di Vimercate, che hanno subito avviato le ricerche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambulanza inseguita dai rom, soccorritori minacciati con la pistola

MonzaToday è in caricamento