A piedi in autostrada dopo la discoteca: morto Johnny, travolto e ucciso da un'auto

Il dramma domenica notte sulla A4, all'altezza di Osio Sopra

La vittima

Era arrivato lì insieme ad alcuni amici, tutti partiti dalla zona nord di Milano. Tutti insieme avrebbero dovuto passare una serata di musica e festa. E, invece, in un attimo la gioia per una notte tutta da vivere si è trasformata un dramma finora inspiegabile. Perché uno di loro, ventuno anni, - perso di vista dai compagni - avrebbe scavalcato la recinzione del parcheggio del locale e sarebbe entrato a piedi in autostrada. Il resto, purtroppo, lo ha fatto un'auto che non è riuscita in nessun modo a evitarlo.

È morto così, a soli ventuno anni, Johnny Lacasella, il ragazzo di Sesto San Giovanni rimasto vittima domenica notte di un tragico incidente avvenuto sulla A4, tra i caselli di Capriate e Dalmine. Teatro della tragedia è stato il punto dell'autostrada che scorre all'esterno del "Bolgia", una discoteca di Osio Sopra, nel Bergamasco.

Lì, secondo quanto finora ricostruito dagli investigatori, Johnny era andato insieme ad altri ragazzi. Poi, verso l'1.30, per cause ancora da chiarire, il ventunenne si sarebbe allontanato dal parcheggio, avrebbe saltato una recinzione e sarebbe "atterrato" sulla A4. Dopo pochi secondi, una Mercedes guidata da un cinquantunenne lo ha centrato in pieno: Johnny è stato trascinato per una decina di metri, poi - così sembra dai primi rilievi - è stato investito anche da una seconda auto. I colpi, tremendi, non gli hanno lasciato scampo: nonostante l'intervento dei soccorritori, per il giovane non c'è stato nulla da fare. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quello che resta ora da chiarire è cosa sia accaduto nei momenti immediatamente precedenti alla morte del ventunenne. I carabinieri che indagano hanno già recuperato le immagini delle telecamere di sicurezza della discoteca: da quei frame, forse, potrebbero arrivare ulteriori dettagli sull'ultimo gesto di Johnny. Che quel gesto lo ha pagato con la vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

  • Coronavirus: cosa succede se nel proprio condominio c'è una persona positiva?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento