Travolto e ucciso da pirata della strada: morto il giornalista Alessio Concia

L'uomo, quarantanove anni, lascia due figli di sei e dodici anni

E' stato travolto mentre era in sella al suo scooter da un'auto pirata ed è morto poco dopo all'ospedale Niguarda di Milano. È Alessio Concia, quarantanove anni, giornalista professionista, la vittima del tragico sinistro stradale avvenuto a Bresso martedì mattina.

L'uomo, residente nella città del Nord Milano, era in sella alla sua moto, quando - verso le 8.30 - una macchina lo ha colpito tra via Patellani e via Matteotti, prima di far perdere le proprie tracce. Le condizioni di Alessio sono apparse da subito disperate e a poco è servito il tempestivo intervento di medici e infermieri del 118, che hanno cercato in tutti i modi di rianimarlo.

Concia, che lascia due figlie di sei e dodici anni, è morto poco dopo l’arrivo all’ospedale Niguarda di Milano. Giornalista professionista dal 1999, da anni il quarantanovenne lavorava alla Banca popolare di Milano, nel settore comunicazione. Ed è proprio lì che martedì mattina stava andando, quando l’auto pirata lo ha investito.

Gli agenti della polizia locale di Bresso sono ora al lavoro per dare un nome al conducente della macchina, al quale il comandante della Locale e il sindaco di Bresso, Ugo Vecchiarelli, hanno rivolto più di un appello per convincerlo ad assumersi le proprie responsabilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento