Incidenti stradali

Bambino travolto a Paderno Dugnano: ancora gravi le sue condizioni

E' ricoverato all'ospedale di Bergamo

I soccorsi dei vigili del fuoco

Resta ricoverato in condizioni serie all'ospedale di Bergamo. Questo il bollettino di giovedì 3 giugno alle ore 8 in merito alle condizioni del bambino di 3 anni che mercoledì 2 giugno è stato coinvolto in un gravissimo incidente a Paderno Dugnano, alle porte della Brianza. 

Una bella mattina di festa e di sole che molte famiglie avevano deciso di trascorrere all'aperto. La famiglia stava passeggiando tra il Parco Lago Nord e il Parco Toti, in prossimità del laghetto. 

Poi, intorno a mezzogiorno, la tragedia: il piccolo e i suoi genitori sono stati travolti da un'automobile precipitata dal tratto che costeggia il Parco Toti. Alla guida dell'auto un uomo di 70 anni al quale era stata ritirata la patente. 

Per motivi ancora in corso di accertamento il mezzo avrebbe perso il controllo e sarebbe uscito fuori strada, precipitando dal tratto rialzato e investendo la coppia e il loro bambino di tre anni. Ad avere la peggio è stato proprio il piccolo che è stato trasferito in elicottero in codice rosso all'ospedale di Bergamo.

Immediati i soccorsi: sul posto l'Agenzia Regionale Emergenza Urgenza aveva inviato i mezzi di soccorso e l'elisoccorso. Sul luogo della tragedia sono immediatamente giunti i carabinieri di Sesto San Giovanni, e i vigili del fuoco con mezzi anche dalla Brianza (da Desio e da Seregno). I vigili del fuoco hanno estratto l'autista ferito dall'auto. Il piccolo, da quanto appreso, non risultava cosciente all'arrivo dei soccorritori. Immediato il trasporto in elisoccorso in codice rosso all'ospedale di Bergamo. Illeso il papà del piccolo mentre il conducente del veicolo è stato accompagnato in codice giallo da un'ambulanza all'ospedale Niguarda di Milano. In corso gli accertamenti per ricostruire l'esatta dinamica del sinistro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambino travolto a Paderno Dugnano: ancora gravi le sue condizioni

MonzaToday è in caricamento