Schianto tra camion sull'A4, morto Dario: nel 2010 fu coinvolto in un altro grave incidente

Dario Capitanio era titolare dell'azienda agricola di famiglia. Lascia moglie e figlia

L'incidente e Dario Capitanio (foto Fb e Vvf)

Otto anni fa, quando aveva soltanto ventuno anni, era riuscito a riprendersi. Era rimasto a lungo grave in ospedale, poi aveva seguito un percorso di riabilitazione e alla fine si era rimesso in piedi, più carico e sorridente di prima. Martedì, invece, non ce l'ha fatta: è morto praticamente sul colpo.

È Dario Capitanio - ventinovenne di Cene, nella Bergamasca -, il ragazzo morto nello schianto fra camion avvenuto sull'autostrada A4, tra Brugherio e la barriera di Milano Est. Il giovane, dopo il violentissimo impatto, era rimasto incastrato nella cabina del suo mezzo e i medici non hanno potuto far altro che dichiararne il decesso.

Con moglie e figlia - una bimba che compirà quattro anni alla vigilia di Natale -, Dario abitava a Valle Rossa, una piccola frazione sulle montagne bergamasche. Lì era il titolare dell'azienda agricola Capitanio, una tradizione di famiglia che è stata “passata” di generazione in generazione, fondata dal nonno. Una tradizione che lui amava, come testimoniano le tantissime foto pubblicato su Facebook che lo ritraggono felice e sorridente accanto ai suoi animali. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Eppure quella di Dario non era stata una vita facile. Già nell'agosto del 2010 era rimasto coinvolto in un grave incidente, sulla Statale 39 che da Edolo porta all'Aprica. Aveva solo ventuno anni e si era schiantato frontalmente con un tir mentre era a bordo di un furgone per il trasporto degli animali. Era rimasto a lungo costretto su una sedia a rotelle, per le fratture riportate: poi si era ripreso ed era tornato al suo lavoro. Martedì, purtroppo, il triste epilogo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento