rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Incidenti stradali Regina Pacis / Via Carlo Rota

"Investito mentre tornava a casa di notte dopo il lavoro", l'appello per trovare testimoni

L'incidente risale alla nottata di sabato 14 maggio a Monza e i familiari hanno rivolto un appello per rintracciare eventuali testimoni. In ospedale è finito un ragazzo di vent'anni

Pedalava in sella alla sua bicicletta verso casa, nel cuore della notte, dopo aver finito il turno di lavoro. E sulla sua strada, all'altezza di Monza Sobborghi, nel sottopasso di via Rota, avrebbe incrociato un'auto - descritta come una vettura di colore chiaro - che lo avrebbe urtato, facendolo cadere senza poi fermarsi a prestare soccorso. L'accaduto risale alla nottata tra venerdì 13 e sabato 14 maggio ed è avvenuto a Monza dove un giovane di vent'anni alle due e trenta è stato soccorso da una ambulanza in codice verde dopo essere stato trovato a terra da alcuni ragazzi che passavano nel tratto. Sarebbero stati proprio loro a chiamare i soccorsi e a far intervenire il 118.

L'appello

Secondo le testimonianze fornite dal racconto fatto dai familiari del ragazzo si sarebbe trattato di un sinistro stradale con coinvolta un'auto "pirata" che dopo l'investimento non si è fermata a prestare soccorso ma ha proseguito dritto, lasciando il giovane a terra. Il ragazzo ha riportato alcune escoriazioni e una contusione al volto, insieme a un occhio tumefatto dovuto alla caduta. Il trasferimento all'ospedale San Gerardo di Monza è avvenuto in codice verde e la vittima ha manifestato intenzione di sporgere denuncia così da avviare eventuali indagini per far luce sull'accaduto.

La famiglia all'indomani dal fatto ha diffuso subito un appello che è stato fatto circolare sui social per rintracciare eventuali testimoni che si trovavano a passare nel tratto in quel momento e potrebbero aver assistito alla scena o aver visto qualcosa in modo da avere dettagli che potrebbero rivelarsi importanti per far luce sulla dinamica.

I soccorsi

La bicicletta con in sella il giovane, residente in zona Cederna, proveniva dal centro e viaggiava verso la periferia e la stessa direzione l'avrebbe avuta anche l'auto "pirata". "Mio fratello è stato soccorso da alcuni ragazzi che poi hanno chiamato l'ambulanza ma la macchina era già andata via e non si è fermata. Magari chi era al volante nemmeno si è reso conto o magari era urbiaco e quindi ha preferito allontanarsi" ha spiegato il fratello del giovane investito che ora chiede di fare chiarezza. Per l'episodio nella nottata del 14 maggio non risultano interventi delle forze dell'ordine nel tratto da parte di polizia locale, carabinieri e polizia di Stato e i soccorsi sono stati inviati sul posto per quella che inizialmente era apparsa come una caduta da bicicletta. Se qualcuno ha assistito alla scena e volesse mettersi in contatto con la famiglia può scrivere una mail all'indirizzo monzatoday@citynews.it e il messaggio verrà fatto pervenire ai destinatari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Investito mentre tornava a casa di notte dopo il lavoro", l'appello per trovare testimoni

MonzaToday è in caricamento