rotate-mobile
Giovedì, 28 Settembre 2023
Cronaca / Seregno

Il 19enne provoca un incidente, ma i parenti non gli vogliono far fare l'alcoltest: "Non guidava lui"

All'arrivo dei carabinieri si sono scaldati gli animi, ma alla fine il giovane si è sottoposto al controllo

Perde il controllo della 500 e va a sbattere contro il portone di una casa, ma quando i carabinieri arrivano e lo trovano al posto del conducente al momento di sottoporlo all’alcoltest intervengono i parenti che sono con lui in auto, negando che il giovane si trovasse alla guida.

Il fatto è avvenuto alle 23.50 di ieri, lunedì 30 maggio, a Seregno. La pattuglia dei carabinieri della stazione di Meda è intervenuta per quell’incidente avvenuto poco prima in via Luini. Alla guida della 500 che si era schiantata contro il portone c’era un 19enne neopatentato. A bordo il cugino (anche lui 19enne) e lo zio. Al momento di sottoporre il giovane conducente all’alcoltest, però, si sarebbero scaldati gli animi e i parenti del ragazzo – secondo quanto riferiscono gli inquirenti – avrebbero tentato in tutti i modi di opporsi cercando di portare via il giovane e di dissuadere i carabinieri dall’effettuare il test. Lo zio, riferiscono i militari, avrebbe detto: “Non fate il palloncino a lui, guidavo io”. Nel frattempo sono giunte sul posto altre due pattuglie dei carabinieri e dopo essere riusciti a calmare gli animi hanno sottoposto il 19enne all’alcoltest: alla prima prova è risultato pari 2,13 g/l e alla seconda a 2,11 g/l.

Il giovane è stato denunciato in stato di libertà per guida in stato d’ebbrezza con limite previsto pari a 0,0 g/l - poiché entro i 3 anni dal conseguimento o meno di 21 anni di età  - e al contestuale ritiro della patente di guida. Nel sinistro non c’è stato alcun ferito né sono state danneggiati altre strutture e autovetture.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 19enne provoca un incidente, ma i parenti non gli vogliono far fare l'alcoltest: "Non guidava lui"

MonzaToday è in caricamento