Venerdì, 22 Ottobre 2021
Incidenti stradali Via Visconti

E’ morto il ragazzino di sedici anni investito in via Visconti

La giovane vittima era stata investita martedì sera in via Visconti mentre, a bordo della sua bici, stava tornando a casa. Le sue condizioni erano apparse sin da subito disperate

Non ce l’ha fatta. Ha lottato per tutta la notte e per le prime ore della mattina. Ma poco prima di mezzogiorno si è arreso. E’ morto il ragazzo di sedici anni investito martedì sera in via Visconti mentre, a bordo della sua bici, tornava a casa dopo una riunione scout. 

I genitori del ragazzino, la cui morte cerebrale è stata dichiara in mattinata, hanno autorizzato all'espianto degli organi. 

Le condizioni del ragazzo, soccorso in codice rosso alle 22.57 da un'ambulanza e un'automedica, erano apparse sin da subito disperate. Il giovane, secondo quanto informa il sito dell’azienda regionale emergenza urgenza, era stato trasportato all’ospedale San Gerardo in arresto cardiaco ed era stato ricoverato in condizioni gravi. 

Ancora ignota, al momento, la dinamica dell’incidente tra l’auto e la bicicletta. I rilievi del caso sono affidati alla polizia locale. Da una prima ricostruzione, sembra che la vittima sia stata travolta mentre attraversava la strada in sella alla bici. Il sedicenne, colpito dalla macchina, avrebbe fatto un volo di oltre dieci metri

Il sedicenne, senza documenti, è stato riconosciuto da sua madre che, non vedendolo tornare dopo la riunione scout, era andata a cercarlo e ha trovato la polizia locale impegnata nei primi rilievi. 

L'uomo alla guida dell'auto, una Wolskvagen Scirocco, si è fermato a prestare soccorso ed è stato lui stesso ad avvisare il 118. Secondo quanto ricostruito dal Corriere della Sera, l'autista sarebbe risultato positivo al Thc, uno dei più noti principi attivi della cannabis. 

VIDEO | Le immagini subito dopo lo schianto

incidente (frame video youreporter)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E’ morto il ragazzino di sedici anni investito in via Visconti

MonzaToday è in caricamento