Martedì, 26 Ottobre 2021
Incidenti stradali Vimercate

Lo schianto in moto e il cadavere “nascosto”: così è morto Roberto

Il corpo dell'uomo, cinquantuno anni, è volato nelle sterpaglie a bordo strada dopo lo schianto in moto. Il ritrovamento, avvenuto ore dopo, è stato possibile solo grazie all'iPhone. Ecco chi era la vittima

L’incidente, fatale. Le ore di ansia e ricerche, purtroppo vane. E poi il ritrovamento, tragico. 

Era uscito di casa per un appuntamento di lavoro, Roberto Rovelli. Ma a quell’appuntamento, purtroppo, non c’è mai arrivato, ucciso da un incredibile incidente in moto martedì mattina. 

La vittima, cinquantuno anni, residente a Vimercate, si è schiantato in via Ghisolfa a Rho, nel milanese, a pochi metri dall’ingresso dell’autostrada. A dare l’allarme sono stati i suoi familiari, preoccupati per il lungo silenzio dell’uomo. 

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Rho, e appreso da MonzaToday,il cinquantunenne è rimasto vittima di un incidente in moto. Il suo corpo, dopo lo schianto, è volato nelle sterpaglie al lato della strada ed è rimasto lì nascosto a tutti, nonostante la strada sia molto frequentata, soprattutto nelle ore di punta. 

I militari e i familiari sono riusciti ad individuare il cadavere solo alle 21 di martedì sera, grazie al segnale dell’iPhone che l’uomo aveva in tasca. 

Non è ancora chiaro se Roberto abbia perso il controllo della moto e si sia schiantato o se sia caduto a causa di un malore. Per fare luce sull’accaduto la compagnia di Rho ha deciso di disporre l’autopsia sul corpo dell’uomo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo schianto in moto e il cadavere “nascosto”: così è morto Roberto

MonzaToday è in caricamento