Martedì, 22 Giugno 2021
Incidenti stradali

Si schianta e muore sei giorni dopo l'amico, l'ultimo post su Fb: "Morte vienimi a prendere"

Paolino è morto giovedì in un incidente. Sei giorni prima stesso destino per un suo amico

Paolo Mantovani (foto facebook)

Quelle parole lette adesso mettono i brividi. Sembrano una sorta di sinistra previsione poi realizzata da un destino tremendo, atroce. Perché Paolino, trentacinque anni, mercoledì pomeriggio chiedeva di morire. E giovedì è morto davvero. 

La sua vita si è interrotta sulla tangenziale Est di Milano, nel tratto Vimercate e Monza. Lì, alle 20.40, per cause ancora da accertare, la sua Smart ha urtato un'altra auto e si è poi ribaltata sei volte su se stessa. L'impatto, violentissimo, non ha lasciato scampo al 35enne, che è stato sbalzato fuori dalla macchina ed è morto praticamente sul colpo. 

Paolino - di Usmate Velate, ma molto conosciuto a Monza - meno di una settimana prima aveva affrontato il dolore per la morte del suo amico Massimo Pierro. Lui - di un anno più grande - aveva perso la vita in un altro schianto, avvenuto nel tunnel della Valassina. Anche lui era volato fuori dalla sua auto e anche lui era morto praticamente sul colpo. 

Mercoledì, a commento di una foto che li ritraeva insieme ad altri amici durante una partita dell'Inter, Paolino aveva scritto: "Fratello non dovevi... Bastarda morte vieni a prendere me che sono pronto. Ciao Max ci vediamo presto". Ed è quello che tragicamente è successo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si schianta e muore sei giorni dopo l'amico, l'ultimo post su Fb: "Morte vienimi a prendere"

MonzaToday è in caricamento