Schianto auto-moto all'incrocio, morto 36enne brianzolo: arrestato conducente

L'uomo alla guida di un pick up si è rifiutato di sottoporsi ai test per alcol e droga ed è stato arrestato per omicidio stradale. L'incidente venerdì

L'incidente (Foto Il Piacenza)

Lo schianto all'incrocio e la corsa disperata in ospedale. Michele Ruffini, 36 anni, residente a Meda, è morto a causa di un grave incidente stradale avvenuto nel Piacentino, mentre era in sella alla sua moto. 

Il sinistro stradale si è verificato lungo la provinciale 412 della Valtidone, nel pomeriggio di venerdì 9 agosto. La dueruote su cui viaggiava il motociclista brianzolo, per cause al vaglio delle forze dell'ordine, si è scontrata con un pick up guidato da un operaio di Rottofreno. Il motociclista, un 36enne di Sondrio ma residente a Meda (Monza Brianza), è deceduto nella serata di venerdì.

Le condizioni del motociclista infatti erano apparse fin da subito gravissime, tanto da far arrivare da Parma l’elisoccorso del 118. L'uomo era stato stabilizzato e portato in volo al Maggiore di Parma, ma i traumi erano troppo gravi.

L’operaio di Rottofreno alla guida del pick up - un 45enne - è stato arrestato per omicidio stradale e portato nel carcere di Piacenza. L'uomo si è rifiutato di sottoporsi ai test, dopo l'incidente, per esaminare la quantità di alcol o stupefacenti nel sangue. Il sostituto procuratore Daniela Di Girolamo ha disposto l'autopsia sul corpo del 36enne. La notizia su Il Piacenza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Bellusco: travolto da un furgone mentre è in moto, muore 35enne

  • Incidente in tangenziale Est, schianto tra auto e moto: grave 51enne

  • Travolto e ucciso mentre attraversa la strada, muore ragazzo di 23 anni a Carate

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

  • Monza Maestoso ha aperto le porte: ecco il centro commerciale nato dall'ex cinema

  • Riapre il cinema Capitol a Monza, grande festa e proiezioni gratuite

Torna su
MonzaToday è in caricamento