Schianto dopo la discoteca, l'auto prende fuoco: due uomini morti a Seregno

Le vittime erano residenti a Barlassina e Seveso

Sono Simone Manuel Boccuni, 36 anni, di Barlassina e Massimiliano T., 42 anni, di Desio, le vittime del tragico incidente avvenuto a Seveso nella notte tra giovedì e venerdì. Alla guida della Volkswagen Golf che si è schiantata contro la facciata di una casa disabitata dopo essere uscita fuori strada in curva, in via Saronno 5, c'era il 36enne brianzolo che insieme all'amico stava rientrando a casa dopo una serata trascorsa in compagnia in un locale notturno della zona.

In seguito allo schianto l'auto si è accartocciata e i due uomini, probabilmente morti sul colpo, sono rimasti intrappolati nell'incendio che è divampato subito dopo il sinistro. Sull'asfalto nel tratto del rettilineo dove è avvenuto l'incidente, ci sono pochissimi segni di frenata. Dai primi accertamenti effettuati pare che l'auto viaggiasse a velocità sostenuta, tanto che il cofano e il motore della Golf sono rientrati di circa un metro e mezzo dopo l'urto, piombando nell'abitacolo addosso agli occupanti. 

GUARDA IL VIDEO | Lo schianto e l'incendio

Sul posto oltre ai vigili del fuoco e ai carabinieri della compagnia di Seregno sono giunte un'ambulanza e un'automedica. Il personale sanitario però non ha potuto fare che constatare che per le due vittime, ormai carbonizzate, non c'era più nulla da fare.

morti carbonizzati-2

LE FOTO (B&V PHOTOGRAPHERS) 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento