Si ribalta in auto con gli amici: morto a Solaro Mirko Coletti

Il giovane, residente a Caronno Pertusella, nel varesotto non ce l'ha fatta. Feriti gli altri tre amici che erano insieme a lui a bordo della Fiat Stilo

Mirko Coletti

E' morto a 23 anni dopo una notte trascorsa in ospedale a lottare per la vita Mirko Coletti, vittima dell'incidente stradale avvenuto la sera di mercoledì a Solaro.

La serata trascorsa con gli amici si è trasformata in tragedia quando lungo la provinciale, a ridosso di corso Berlinguer intorno alle 23, la Fiat Stilo condotta da un 24enne di Milano ha perso il controllo e, a folle velocità, si è ribaltata in un fosso, trasformandosi in una prigione di lamiere per i quattro giovanissimi.

Mentre il conducente, ora denunciato per omicidio stradale, e due degli occupanti hanno riportato lesioni e fratture minori per Mirko, seduto sul sedile anteriore, non c'è stato scampo. Il ragazzo, stabilizzato sul posto e trasferito d'urgnza in ospedale, è morto venerdì mattina a Legnano a causa delle lesioni riportate nello schianto. 

Sul posto, per prestare soccorso ai ragazzi, sono intervenute quattro ambulanze e due auto mediche che hanno trasferito le vittime in codice giallo, ma non in pericolo di vita, nei vari nosocomi. I rilievi per ricostruire le cause dell'incidente sono stati affidati ai carabinieri della compagnia di Desio. Dai primi accertamenti pare che a causare il tragico incidente sia stata la velocità.

Il giovane conducente, che in ospedale è stato sottoposto ai controlli per rilevare l’eventuale presenza di alcol o droghe nel sangue, è stato denunciato a piede libero per omicidio stradale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento