menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
IMMAGINE DI REPERTORIO

IMMAGINE DI REPERTORIO

Si schianta contro il guard rail ma finge di essere stato tamponato: era ubriaco

L'uomo, 36 anni, è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza

Si è schiantato contro il guard rail nella notte di lunedì dopo aver perso il controllo dell'auto, aver effettuato diversi testacoda e aver terminato la corsa con il veicolo rivolto nel senso opposto rispetto a quello di marcia. E' successo poco dopo la mezzanotte di lunedì in via Marconi, all'altezza dell'imbocco della tangenziale Nord, in direzione Sesto San Giovanni.

Alla guida della Renault Clio coinvolta nel sinistro c'era un 36enne residente a Paderno Dugnano che alla polizia locale ha raccontato di essere stato tamponato da un'auto poi fuggita via dopo l'impatto. Immediatamente il personale del comando di via Marsala ha eseguito i rilievi per ricostruire la dinamica del sinistro e ha tentato di mettersi sulle tracce del presunto pirata della strada: le indagini però presto hanno fatto emergere la verità e nessun riscontro ha potuto confermare la versione del conducente. I rilievi hanno fatto emergere che il 36enne aveva fatto tutto da solo e l'uomo, messo alle stretta ha ammesso di essersi inventato tutto e di aver perso il controllo del veicolo, finendo contro il guard rail.

Il conducente così è stato sottoposto al test dell'etilometro per scoprire che cosa volesse nascondere con la bugia ed è risultato che il 36enne aveva nel sangue un tasso pari a 1,10 g/l. Per l'uomo e è scattata una denuncia per guida in stato di ebbrezza, il ritiro della patente, la decurtazione di dieci punti dal documento di guida e multe per un totale di quasi trecento euro. Sul posto per rimuovere il mezzo sono intervenuti gli uomini del Soccorso Lanzanova di Monza.

IMG-20161107-WA0002-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento