Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Briosco

Valassina, perde le gambe contro guard rail. L’Anas : "Tutto a norma"

Vittima del terribile incidente una donna di Capriano di Bosco. Era il 12 novembre scorso quando al termine di un testacoda la barriera di protezione si è infilata nella portiera amputandole le gambe

BRIOSCO - Tutto conforme alle norma. L’Anas esclude ogni responsabilità riguardo al terribile incidente occorso il 12 novembre scorso ad una 37enne di Capriano di Bosco e che ha causato l’amputazione degli arti inferiori della donna.

PERDE LE GAMBE IN VALASSINA: GRAVISSIMO INCIDENTE

L'INCHIESTA: IL CARTELLO TRA LE CASE PRODUTTRICI

Al  momento dell’impatto la vittima stava viaggiando al volante della sua Fiat 500 in direzione Lecco, quando su un rettilineo, poco prima dell'uscita per Briosco-Arosio ha perso il controllo del mezzo. La macchina è finita in testacoda e, senza impattare altri veicoli, ha concluso la sua corsa contro il guard rail.

Proprio le barriere di protezione si sono rivelate funeste e le hanno reciso di netto gli arti inferiori. L’Anas che ha sostituito ora le vecchie barriere con alcune ben più ricurve declina però ogni responbsabilità, sostenendo che tutto è stata fatto secondo norma vigente: “Gli ingressi e le uscite della Statale sono stati realizzati negli anni Novanta per il tratto a tre corsie tra Monza e Giussano - tre corsie più una di emergenza - e negli anni Sessanta - Settanta per il tratto tra Giussano e Lecco, con due corsie. Tali ingressi rispondono, ovviamente, alla normativa dell'epoca della costruzione”. La vittima comunque non ha voluto commentare l’episodio e secondo quanto riferito dalla madre non avrebbe nessuna intenzione di ingaggiare battaglie legali, ma solo di dimenticare quel tragico giorno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valassina, perde le gambe contro guard rail. L’Anas : "Tutto a norma"

MonzaToday è in caricamento