Codacons: "L'INPS spedisce lettere a casaccio"

"L'ente spedisce migliaia di missive inutili invece dei CUD"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

L'Inps, come ormai noto, a seguito delle legge di stabilità 2013, ha smesso di spedire a casa dei pensionati il Cud ed il modello Obis, indispensabili, costringendo persone anziane a recuperarli via internet o tramite Caf. Lo ha fatto, questa la tesi, per risparmiare sul costo della carta e dell'invio.

Peccato che ora stia mandando a casaccio a casa dei pensionati fogli di carta non solo nella gran parte inutili, ma in molti casi fuorvianti, sulla necessità di compilare il modello Red. La domanda sorge spontanea: ma questa carta inutile o addirittura dannosa non costa?

L'Inps, infatti, ai quali l'agenzia delle entrate già gira tutte le dichiarazioni dei redditi ed i modelli 730 fatti dai pensionati, sta inviando ai pensionati delle lettere nelle quali si invita in modo perentorio il pensionato a inviare all'Inps la dichiarazione dei redditi relativa all'anno 2012. "La dichiarazione va effettuata entro il 31 luglio 2013" attesta l'Inps non lasciando adito ad alcun dubbio o alternative.  Poi di seguito, in modo ancora più categorico, prosegue: "qualora lei non provveda a dichiarare la sua situazione reddituale con le modalità che troverà indicate nei fogli seguenti, potrebbe incorrere nella sospensione della quota di pensione legata al reddito". Poi, su un secondo foglio, ecco la contraddizione.

Dapprima, nelle prime righe, si riconferma che "è necessario che lei comunichi i redditi che ha percepito nel corso del 2012, ad esclusione di tutte le prestazioni pensionistiche o assistenziali italiane …". Poi si ribadisce, e siamo a quota 3, che "la dichiarazione reddituale dovrà essere trasmessa all'Inps entro il 31 luglio 2013". Va beh, abbiamo capito, il pensionato vi deve girare la sua dichiarazione reddituale!  E invece no! Ecco, infatti, che arriva una frasina magica che contraddice le 3 precedenti: "non sarà necessario trasmettere alcuna comunicazione all'Inps solo se lei dichiarerà integralmente la sua situazione reddituale al Fisco nel corso del 2013 attraverso la presentazione del modello 730 o del modello Unico". Ma allora la volete o no? Perché, visto che non si tratta di un volantino ma di una lettera indirizzata al pensionato, per 3 volte chiedete una cosa e poi dite che forse non è necessario mandarvela? E poi, al pensionato sorge comunque il dubbio: la dichiarazione reddituale, quella che mi chiedono di trasmettere all'Inps entro il 31 luglio 2013, si riferisce al 730 o al modello Red? La dovrò trasmettere io o il Caf?

Ma la domanda delle domande è: perché l'Inps non aspetta di ricevere i 730 dei pensionati che gli arrivano direttamente dall'Agenzia delle entrate e poi scrive solo ai pensionati che devono effettivamente compilare il modello Red? Non risparmierebbe sul costo della carta e dell'invio? Non farebbe fare meno confusione ai pensionati?

Divertente poi la frase contenuta nella lettera, secondo la quale il modello Red va presentato "in tutti i casi in cui lei non dichiarerà totalmente o parzialmente i propri redditi al Fisco". Domanda: ma se evado e non dichiaro al Fisco, perché dovrei dichiarare i redditi evasi all'Inps? Mistero!

E se il pensionato deve compilare il Red? L'Inps avrà pensato bene di inserirlo nella missiva già spedita a casa del pensionato, visto che orami hanno comunque speso i soldi della spedizione? Macché, non sia mai. Ci si deve rivolgere al Caf o utilizzare la procedura on line. Peccato, ciliegina sulla torta, che se il pensionato volonteroso volesse scaricare il modello Red dal sito dell'Inps non potrebbe.  Perchè? Perché non basta avere il Pin faticosamente ottenuto, occorre avere il Pin dispositivo. Al pensionato comparirà, quindi, questa scritta: "Il suo Pin è non dispositivo in quanto non c'è stato il riconoscimento de visu ai sensi della normativa vigente, per cui si rende necessario la trasformazione del PIN in dispositivo …". Per pietà vi risparmiamo la procedura per avere questo Pin.

Torna su
MonzaToday è in caricamento