Luce pubblica: piano per l'efficienza e il risparmio energetico

La provincia a fianco dei comuni che vorranno aderire. Pronto il piano di illuminazione pubblica, previsto dalla legge regionale anche per debellare l'inquinamento luminoso

Monza di sera (foto Flickr @ Scruch)

I comuni della Brianza potranno cambiare presto la loro illuminazione pubblica e saranno aiutati dalla provincia. Il progetto si chiama "Illumina" ed è stato presentato giovedì mattina dall'assessore all'ambiente Martina Sassoli. L'obiettivo è quello di portare i comuni ad applicare le prescrizioni di una legge regionale del 2000, sul risparmio energetico e sull'inquinamento luminoso. Prescrizioni che, evidentemente, ancora non sono del tutto accolte dalle amministrazioni locali.

Così la provincia promuoverà, attraverso bandi specifici, le aggregazioni territoriali: queste potranno dotarsi di un piano per l'illuminazione pubblica, uno strumento urbanistico ideale per pianificare l'efficienza energetica e la riduzione dei costi di gestione. Dal punto di vista tecnico i comuni saranno aiutati dal Criet (Centro di ricerche in economia del territorio) e dall'Enea (agenzia nazionale dell'energia). Al progetto ha collaborato anche l'università della Bicocca.

"L'illuminazione serve anche per motivi di sicurezza", ha spiegato la Sassoli: "Possiamo coniugare questo obiettivo con la riduzione dei consumi pubblici". I primi comuni ad avere aderito sono quelli di Desio e Misinto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento