Corsa a folle velocità dalla Brianza fino a Milano: alla guida c’era un 15enne

Lo scorso 23 gennaio nel capoluogo lombardo i carabinieri hanno fermato un minorenne al termine dell'inseguimento. Identificati anche gli altri complici

Foto repertorio

Sono stati identificati i tre ragazzi sudamericani che lo scorso 23 gennaio erano stati inseguiti dai carabinieri in un’interminabile e pericolosa corsa a folle velocità in auto per sfuggire alla giustizia.

La fuga era iniziata a Paderno Dugnano, alle porte della Brianza, ed era terminata in via Padova a Milano. Al volante della Volkswagen Golf che, tra semafori bruciati, sensi vietati e folle velocità aveva tenuto impegnati i militari per quasi mezz'ora, c’era un cileno di appena 15 anni. Con lui viaggiavano un connazionale della stessa età e un cubano di vent’anni. Tutti di Milano.

Il più  grande dei tre è stato arrestato, mentre i due minori sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale, guida pericolosa e danneggiamenti. La fuga era iniziata in via Reali, a Paderno Dugnano. Verso le 23.45 del 23 gennaio i carabinieri di Desio si erano imbattuti nella Volkswgen Golf, che era risultata rubata. I militari hanno cercato di fermare l’auto.

Per tutta risposta i tre hanno aumentato la velocità e sono scappati. Una corsa a folle velocità, con semafori «bruciati», zigzag pericolosissimi tra viale Lunigiana e via Melchiorre Gioia, incroci tagliati a più di 120 all’ora senza mai toccare i freni. Una decina di macchine di polizia e carabinieri erano confluite sul percorso della Golf in fuga, creando una sorta di barriera che ha costretto i ladri a infilarsi nella strade strette intorno al parco Trotter. I tre giovanissimi avevano abbandonato la Golf ormai distrutta, con gli sportelli aperti, i fari accesi, ammaccature su una fiancata, la gomma anteriore sinistra a terra, a pochi metri da via Padova.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla vettura c’erano cacciaviti, martelli, molti altri arnesi da scasso e un «flessibile» da cantiere, di quelli utilizzati per forzare inferriate o casseforti. C’erano anche circa 3000 euro e alcuni monili d’oro, tra cui la fede nuziale di una donna, con il suo nome e la data del matrimonio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In vacanza in Romagna vince 500.000 €: il proprietario del bar la riaccompagna in Brianza

  • Alla scoperta dei paradisi lombardi, per sentirsi come ai Caraibi (o quasi)

  • Birra, film, concerti e gite nelle grotte: ecco che cosa fare nel weekend a Monza e Brianza

  • Incendio a Brugherio, fiamme devastano un camper: alta colonna di fumo nero

  • Omicidio in Brianza, strangola la moglie a letto e finge caduta: donna muore in ospedale

  • Tangenziale Est, chiusi per due settimane gli svincoli in Brianza tra Vimercate e Arcore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento