rotate-mobile
Cronaca Cesano Maderno

La folle fuga in centro per scappare dai carabinieri e l'arresto tra gli applausi

Succede a Saronno dove i militari della compagnia di Desio hanno fermato un'Alfa Romeo che dopo aver saltato un posto di blocco a Cesano era piombata in centro. Due arresti

L'Alfa che piomba in centro, tra le vie pedonali affollate di persone e poco dopo le sirene dei carabinieri e i lampeggianti con l'inseguimento che prosegue a piedi tra le vie del centro di Saronno. Non è la scena di un film d'azione ma quanto ripreso dalle immagini di videosorveglianza sabato sera quando i militari della compagnia di Desio hanno arrestato due persone per resistenza a pubblico ufficiale al termine di un movimentato inseguimento.

La fuga dal posto di blocco e l'inseguimento per 10 chilometri

Tutto è iniziato a Cesano Maderno, a ridosso del Parco delle Groane, dove la vettura non si è fermata a un posto di blocco dei carabinieri. All'alt l'Alfa anzichè arrestare la corsa ha proseguito dritta, premendo sull'acceleratore. E così è scattato l'inseguimento. La corsa è proseguita per diversi chilometri, una decina in tutto, dal comune brianzolo fino a Saronno. Proprio qui, tra le vie affollate del centro, l'auto si è schiantata contro delle rastrelliere per biciclette e i fuggitivi poi hanno abbandonato il mezzo, proseguendo la corsa a piedi.

VIDEO | La corsa in centro e l'arresto

L'arresto e gli applausi dei cittadini 

L'inseguimento si è svolto sotto gli occhi dei passanti, increduli per quanto stesse accadendo. E alle fine due uomini - cittadini marocchini trentenni con precedenti per droga - sono stati fermati e arrestati per resistenza a pubblico ufficiale. Una terza persona - al momento non identificata - che era a bordo dell'auto invece è riuscita a fuggire. La pattuglia dell'Arma mentre si allontanava dal centro di Saronno, dove poco prima i tre avevano seminato il panico, è stata accompagnata da un lungo applauso.

Le immagini dell'inseguimento e dell'arresto registrate dai cittadini con i propri smartphone si sono moltiplicate sui social in poco tempo e le riprese hanno aiutato gli uomini dell’Arma a ricostruire l’intera dinamica dei fatti. Le indagini ora proseguono per identificare il terzo uomo presente a bordo dell’autovettura. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La folle fuga in centro per scappare dai carabinieri e l'arresto tra gli applausi

MonzaToday è in caricamento