Insulti sessisti e anonimi a una giovane politica brianzola: da più parti solidarietà per Chiara

Vittima dell'attacco è stata Chiara Crescini, membro della segreteria dei Giovani Democratici di Monza e Brianza

Chiara Crescini (Foto da Facebook)

Uno scatto sorridente insieme ai "colleghi" e amici di partito dopo una giornata importante che aveva visto l'ex premier parlare a Monza, un frame da un'intervista televisiva durante la convention al Lingotto e altre fotografie che la ritraggono in alcuni momenti pubblici, tutti condivisi sui social. E insieme a queste immagini un messaggio: "Cara Chiara tra fare la politica e fare la p.......a c'è differenza. Ricordatelo".

La lettera, anonima e digitata a computer, è stata recapitata lunedì nella casella delle lettere della militante del Partito Democratico Chiara Crescini, cresciuta in Brianza e candidatasi qualche anno fa per il consiglio comunale di Burago di Molgora, la sua città, e membro della segreteria provinciale dei Giovani Democratici di Monza e Brianza. La 22enne, laureata in Lettere Moderne e attiva nel partito, ha denunciato l'accaduto ai carabinieri e ha deciso di condividere quanto avvenuto anche sui social per raggiungere così, con un messaggio, chi le ha indirizzato quella missiva sessista e offensiva.

"Ieri pomeriggio la mia cassetta della posta mi ha presentato una sorpresa, direi non molto piacevole: mi ha fatto trovare una busta bianca, senza alcun timbro o firma, contenente una lettera e quattro foto stampate - non pensate a chissà quali foto poi, sono tutti bei momenti, postati sui social. Dunque, ho pensato a lungo se scrivere qualcosa a riguardo oppure tenere tutto per me, e non rispondere in alcun modo a questa gentile "lettera" della quale tuttora fatico a trovare il senso. Poi però ho pensato che io non ho nulla da nascondere, da temere o di cui vergognarmi in alcun modo. Mi rivolgo quindi a te, che tu sia un lui o una lei, caro autore della lettera: ci tengo a dirti che sono fiera della mia vita, delle mie scelte e di quello che faccio (facessi poi chissà cosa, come sembri alludere tu con quelle parole, collegate poi con quale nesso alle foto? Momenti trascorsi in compagnia di persone care ti turbano così tanto?)" ha scritto la Crescini.

"E mi dispiace per te, perché hai perso del tempo per farmi arrivare un messaggio che non ha ottenuto nulla oltre a qualche momento di sconforto, più per il gesto in sé, che per quelle parole. Io sono grata alla mia vita, alle persone che mi circondano e ogni giorno mi ricordano quanto io sia fortunata e mi dispiace davvero perché probabilmente tu questo, dal tuo distorto punto di vista, non solo non riesci a carpirlo minimamente ma forse neanche riesci a vederlo. E se dovessi sentire il bisogno, prossimamente, di mandarmi un qualche altro messaggio, forse sarebbe molto meno codardo e molto più civile prenderti la briga di farlo in prima persona, con un volto e un nome - mi eviteresti quantomeno il pensiero di dovermi presentare dai carabinieri con una lettera anonima trovata nella posta qualche ora prima, come ho dovuto fare ieri. Concludo augurandomi che tu possa, un giorno, avere la fortuna di vivere giornate e momenti felici come quelli degli scatti che hai avuto la cura di stampare. Magari è anche vero ed hai ragione, non ho idea di cosa sia la politica. Ma sono più che certa che tu non abbia idea di cosa voglia dire e quanto bello possa essere stare insieme a persone alle quali sei legato da idee e affetto. E, dal cuore, ti auguro di scoprirlo presto".

I messaggi di solidarietà da parte di conoscenti, amici e politici sono stati subito moltissimi: "Massima solidarietà da tutti noi alla nostra socia Chiara Crescini per il vile attacco ricevuto. Gli insulti sessisti non possono essere tollerati e la figura delle donne in politica non può continuare ad essere svilita come troppo spesso ancora accade. Forza, Chiara! Siamo con te" hanno fatto sapere da Future Dem.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

Torna su
MonzaToday è in caricamento