Intervento chirurgico d'urgenza per nonnina di 99 anni a Monza, dopo un giorno è già a "casa"

Una storia che arriva da un ospedale monzese dove il giovane chirurgo Buonaiuto ha liberato una signora quasi centenaria da un'ernia inguinale strozzata che le stava causando gravi complicazioni. In passato operata anche una paziente di 104 anni

Repertorio - Sala operatoria

Un po' provata ma combattiva. Così una nonnina monzese ha affrontato un intervento d'urgenza per un'ernia inguinale strozzata destra per tornare a casa dopo un giorno, riprendendo la sua vita senza più il dolore che negli ultimi tempi le aveva causato gravi complicazioni.

Una storia diversa dal solito che arriva da un ospedale monzese. Trentacinque minuti di intervento e una anestesia epidurale per eliminare l'ernia della donna, che è ospite di una Rsa cittadina. A operarla presso il Policlinico di Monza sono stati il dottor Luca Buonaiuto, proctologo e chirurgo, e il dottor Mattia Pizzi sotto la direzione del primario Pietro Pizzi.

La donna è arrivata al pronto soccorso nella giornata di domenica e il giorno successivo è stato eseguito l'intervento. "Era molto dolente e dopo l'operazione non aveva più nulla. Era un po' provata ma stava bene e nella giornata di mercoledì è stata dimessa". La signora ora è rientrata nella residenza sanitaria assistita cittadina dove è ospite e ha ripreso la sua vita, con un pensiero in meno.

Non è la prima volta che il dottor Buonaiuto - 35anni, originario di Napoli e a Monza dal 2017 - opera pazienti con un'età che supera i venti lustri. "A Natale dello scorso anno abbiamo effettuato un delicato intervento su una donna di 104 anni". Era il 23 dicembre del 2019 quando la paziente - un secolo di vita e quattro anni - è stata sottoposta a una operazione di rimozione di un cancro ascesso con tumore al colon trasmesso allo stato avanzato che aveva intaccato anche l'intestino e raggiunto la cute, bucandola. Anche in questo caso l'intervento è perfettamente riuscito e la donna aveva ripreso la sua vita in condizioni migliori rispetto al passato.

Dal 7 luglio 2017 il giovane chirurgo lavora a Monza dove si occupa anche di chirurgia dell'obesità. "Dopo la specilizzazione a Napoli ho iniziato la mia attività qui a Monza. Nel 2017 ho ultimato proprio al Policlinico il mio ultimo mese di specilizzazione. Sono stato fortunato: sono stato disoccupato solo per un weekend. Il 7 luglio 2017 - era un venerdì - ho finito il mio percorso di studi e il 10 luglio ho firmato il contratto a Monza" ha spiegato Buonaiuto. 

Anche al Policlinico l'attività operatoria non urgente a causa dell'emergenza coronavirus è stata sospesa e la struttura si è attrezzata - come avvenuto anche negli altri ospedali di Monza e Brianza - per l'assistenza ai pazienti covid che attualmente sono circa una ventina con un impegno notevole per il personale. Ma oltre al covid - fortunatamente - si continua a curare anche altro.

FOTO - Il chirurgo Luca Buonaiuto

luca buonaiuto-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Natale low cost: 11 idee regalo a meno di 20 euro per gli amici e la famiglia

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento