"iPhone 11 a 700 euro", ma erano falsi e non si accendevano neanche: due denunce

È successo a Desio, nei guai due commercianti di 42 anni residenti a Napoli

Avere l’iphone 11, il nuovo gioiello di casa Apple, a 700 euro? Si poteva. Al “supermarket” parallelo di due 42enni residenti a Napoli, si potevano anche trovare profumi di grande marca. C’era solo un problema: il telefono, che all’esterno appariva uno smagliante Iphone, non era nemmeno in grado di accendersi. E i profumi erano falsi. In fase di verifica anche una partita di mille euro di Gratta e Vinci.

I due sono stati denunciati per tentata truffa dai carabinieri di Desio. Mercoledì sera in via Italia a Muggiò un commerciante ha segnalato la loro presenza alle forze dell’ordine, dopo che uno dei due aveva tentato di “piazzare” uno degli Iphone falsi. Tre i commercianti e i privati che i 42enni hanno avvicinato: ma in nessun caso ce l’hanno fatta a vendere i telefoni falsi.

I militari sono arrivati sul posto: dopo aver perquisito i due impostori, hanno sequestrato la merce, che custodivano su una Toyota Yaris grigia. Nelle scorse settimane i due erano stati segnalati a Udine: anche lì avevano tentato di vendere smartphone contraffatti, con scarsi risultati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come eliminare i pesciolini argentati dalle nostre case

  • Paura al mercato di Macherio, si accascia a terra: trasportata in codice rosso all'ospedale

  • Litiga con la fidanzata poi cerca di farla finita: 37enne salvato a Monza

  • Perde il controllo dell'auto in Valassina, si schianta contro il guard rail e si ribalta

  • Omicidio a Cernusco, uomo ucciso nei box del condominio: freddato in auto a colpi di pistola

  • Alle porte della Brianza apre un nuovo supermercato

Torna su
MonzaToday è in caricamento