Istituto Koinè, lettera al ministro: "Venite a vedere quanto lavoriamo"

I docenti non ci stanno. "Da politici e organi di stampa percezione molto distante dalla realtà". E prendono carta e penna scrivendo agli esponenti locali e nazionali

MONZA -  "Venite a vedere quanto lavoriamo, e in che condizioni". Gli insegnanti dell'istituto Koinè di Monza  non ci stanno, e con una lettera inviata al ministro dell'Istruzione Francesco Profumo e in copia alle forze politiche locali chiedono che sia riconosciuto il loro valore. "Dalle parole di politici e organi di stampa risulta una netta separazione tra la percezione dei carichi di lavoro presenti nella professione docente e l’impegno quotidianamente profuso" scrivono gli insegnanti nella missiva.  "Invitiamo quindi i politici locali e nazionali a verificare con una permanenza significativa nel nostro Istituto  la realtà che sembra sfuggire loro data la distanza che intercorre tra il livello decisionale e la vita reale delle scuole pubbliche italiane di ogni ordine e grado".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I docenti riuniti in assemblea sindaale da UIL Scuola  hanno espresso inoltre la loro preoccupazione sul recupero degli scatti di anzianità e sulla cancellazione delle norme a tutela della scuola prevista nella legge di stabilità, quella che una volta si chiamava Finanziaria.

LA SCUOLA - L'Istituto Comprensivo  Koinè, parola greca che significa "in comune", nasce nel settembre 2000 dall'unione di due diverse entità, il V Circolo e la Scuola media S. Pertini. L'accorpamento verticale tra le due istituzioni è nata per necessità del piano di dimensionamento delle scuole monzesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Gita da Monza, una giornata a bordo del Treno del Foliage per vivere la magia dell'autunno

  • Coronavirus, boom di casi a Monza e Brianza (+180): nuovi ricoveri al San Gerardo

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • Il coronavirus torna a far paura: "Situazione può diventare esplosiva, adesso Monza rischia"

  • Monza, maxi operazione antidroga della polizia di Stato: diversi arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento